IT/Prabhupada 0003 - Anche l'Uomo è Donna

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Anche l'Uomo è Donna
- Prabhupāda 0003


Lecture on SB 6.1.64-65 -- Vrndavana, September 1, 1975

tām eva toṣayām āsa
pitṛyeṇārthena yāvatā
grāmyair manoramaiḥ kāmaiḥ
prasīdeta yathā tathā
(SB 6.1.64)

Quindi, dopo aver visto la donna, lui meditava sempre, 24 ore, riguardo il soggetto. Desideri lussuriosi. Kāmais tais tair hṛta-jñānāḥ (BG 7.20). Quando una persona diventa lussuriosa di conseguenza diventa priva di tutta l'intelligenza. Il mondo intero sta andando avanti sulla base di questi desideri lussuriosi. Questo è il mondo materiale. E poiché io sono lussurioso, tu sei lussurioso, ognuno di noi, non appena i miei desideri non sono soddisfatti, i tuoi desideri non sono soddisfatti, allora io divento il tuo nemico, tu diventi il ​​mio nemico. Io non posso vedere che tu stai facendo un ottimo progresso. Tu non puoi vedere me che faccio un ottimo progresso. Questo è il mondo materiale: invidiosi, desideri lussuriosi, kāma krodha, lobha, moha, mâtsarya. Questa è la base di questo mondo materiale.

Così egli è diventato... l'istruzione era che egli fosse formato per diventare un brāhmaṇa, śamo, dama, ma il progresso si interruppe dovuto al fatto che si era attaccato a una donna. Perciò, secondo la civiltà vedica, la donna viene accettata come un ostacolo per il progresso spirituale. Tutta la civiltà é basata su come evitare... la donna... non dovete pensare che solo la donna è donna. L'uomo è anche donna. Non pensate che la donna é condannata e l'uomo no. Donna significa goduta, e uomo significa goditore. Quindi questo sentimento, questa sensazione è condannata. Se io contemplo una donna per il mio godimento, quindi, sono un uomo. E se la donna contempla un altro uomo per il godimento, anche lei è uomo. Donna significa colei che è goduta e uomo significa colui che gode. Quindi, chiunque abbia il desiderio di godere, egli è considerato un uomo. Quindi, qui è riferito a entrambi i sessi... Tutti fanno dei piani: "Come posso godere?" Quindi, egli è il purusa, artificialmente. Altrimenti, in origine, siamo tutti prakṛti, Jīva, sia donna o uomo. Questo è il vestito estero.