IT/Prabhupada 0088 - Gli Studenti Che Si Sono Uniti a Noi Hanno Recepito Ascoltando

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Gli Studenti Che Si Sono Uniti a Noi Hanno Recepito Ascoltando
- Prabhupāda 0088


Lecture on BG 7.1 -- San Diego, July 1, 1972

Brahma dice...l'esperienza di Brahma, lui è la creatura vivente più elevata di questo universo. Ha detto: "Quando una persona abbandonerà questa insensata abitudine di speculare..." jnane prayasam udapasya. "Deve sottomettersi." Nessuno si dovrebbe mettere nella posizione di sapere qualcosa, può speculare su qualcosa, può inventare qualcosa. Proprio come i cosiddetti scienziati, che stanno semplicemente speculando e sprecando lavoro. Non potete fare nulla voi. È già tutto predisposto. Non lo potete cambiare. Potete semplicemente vedere come funziona la legge, è tutto ciò che potete fare. Ma non potete né cambiare la legge, né potete creare migliori facilitazioni per questa legge. No. Non potete farlo. daivī hy eṣā guṇamayī mama māyā duratyayā (BG 7.14) duratyayā significa "è molto difficile." Così Caitanya Mahāprabhu, quando è stato informato di questa dichiarazione di Brahmā, che uno dovrebbe abbandonare il metodo speculativo di poter creare qualcosa... Queste abitudini insensate dovrebbero essere abbandonate. Si deve diventare molto umili, più umili dell'erba. Proprio come noi calpestiamo l'erba e non protesta: "Va bene, signore, vada." Questo tipo di umiltà. tṛṇād api su-nīcena taror api sahiṣṇunā. taru significa albero. L'albero è molto indulgente.

Così Caitanya Mahāprabhu ha detto: jñāne prayāsam udapāsya namanta eva (CC Madhya 8.67) "Quindi, abbandono il metodo speculativo e divento più umile, come tu consigli. Adesso qual'è il mio prossimo compito?" Il tuo compito successivo è: namanta eva, essere umile, san-mukharitāṁ bhavadīya-vārtām, dovreste approcciare un devoto, e dovreste ascoltare da lui. sthāne sthitāḥ. Tu rimani al tuo posto. Tu rimani americano. Tu rimani Indiano. Tu rimani cristiano. Tu rimani hindù. Tu rimani nero. Tu rimani bianco. Tu rimani donna, uomo, o qualunque cosa tu sia, presta semplicemente le tue orecchie ai discorsi tenuti da anime realizzate. Questo è raccomandato. E quando ascolti, e quindi allora meditate anche, proprio come voi mi state ascoltando. Se voi meditate: "Cos'ha detto Swamiji...?" sthāne sthitāḥ śruti-gatāṁ tanu-vāṅ-manobhir. śruti-gatāṁ. śruti significa ricevere attraverso l'orecchio. Se meditate e cercate di capire col vostro corpo, e mente, allora gradualmente, siccome il vostro obiettivo è la realizzazione del sé. Sé significa il supremo Sé, il Signore Supremo, Egli è il Supremo sé, noi siamo Sue parti integranti. Quindi, attraverso questo metodo, Caitanya Mahāprabhu dice: Dio, è Ajita, colui il quale non è mai conquistato. Se voi, per sfida, volete conoscere Dio, non capirete mai. Dio non accetta mai le sfide. Dio è grande, perché dovrebbe accettare la vostra sfida? Se dite: "Oh, mio ​​caro Dio, per favore vieni qui. Ti vorrei vedere," Dio non è così, che prenderà il vostro ordine. Voi dovete eseguire il Suo ordine. Allora avrete la realizzazione di Dio. Dio dice: "Tu sottomettiti," sarva-dharmān parityajya mām ekaṁ śaranaṁ vraja (BG 18.66). Attraverso questo processo conoscerete Dio. Non che: "Oh, io conoscerò Dio. Ho una buona intelligenza, speculo." No.

Quindi questo ascolto, stiamo parlando di ascolto, il metodo dell'ascolto è molto importante. Tutto questo nostro istituto, il Movimento per la Coscienza di Kṛṣṇa, si è diffuso perché gli studenti che si sono uniti a noi, hanno recepito, ascoltando. Ascoltando, tutto è cambiato dentro di loro e loro si sono uniti con tutto il cuore, e continuano. Quindi l'ascolto è molto importante. Stiamo aprendo così tanti centri solo per dare alla gente la possibilità di ascoltare il messaggio trascendentale. Quindi cogliete l'opportunità, intendo dire, prendete vantaggio di questo metodo dell'ascolto.