IT/Prabhupada 0132 - Società Senza Classi è Società Inutile

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Società Senza Classi è Società Inutile
- Prabhupāda 0132


Lecture on BG 7.1 -- Hyderabad, April 27, 1974

Quindi, nella Bhagavad-gita troverete tutte le soluzioni dei problemi umani, tutte le soluzioni. Catur-varṇyaṁ maya sṛṣṭaṁ guna-karma-vibhāgaśaḥ (BG 4.13). Almeno che non si divide l'intera società umana in quattro divisioni, il brahmana, ksatriya, vaisya e sudra... È necessario dividere. Non si può dire "società senza classi." È una società inutile. Società senza classi sociali significa società inutile. Ci deve essere un alta classe intelligente, la classe ideale di uomini visti qua nella civiltà umana." Questo è brahmana. Catur-varṇyaṁ maya sṛṣṭaṁ Guna-karma... (BG 4.13). Almeno che le persone vedo Yad Vashem ācarati śreṣṭhaḥ, lokas tad anuvartate (BG 3.21). Il brahmana è paragonato come il cervello del corpo. Se non c'è cervello, qual è l'uso di queste mani e gambe? Se il cervello è crepato ,un'uomo pazzo, non può fare nulla. Quindi, al momento attuale, perché vi è scarsità di uomini braminici in tutta la civilà umana... Non è destinato... Brahmana non è destinato semplicemente per l'India indù. Per l'intera civiltà è umana. Kṛṣṇa non dice mai che il catur-varṇyaṁ maya sṛṣṭam (BG 4.13) è destinato per l'India, o per gli indù, o per una classe di uomini. Per tutta la società umana, ci deve essere un uomo intellettuale molto ideale, in modo che la gente seguirà. Cervello, il cervello della società. Questo è l'insegnamento della Bhagavad-gita. Non potete dire che siamo in grado di fare senza cervello. Supponiamo che il cervello viene sconnesso dal corpo, la tua testa decapitata, poi sei finito. Che cosa faranno le gambe e le mani se non c'è il cervello? Quindi, al momento attuale vi è scarsità di cervello in tutta la società umana. Perciò, c'è una condizione caotica. Quindi c'è bisogno, come si afferma nella Bhagavad-gita. La società umana, l'intera civiltà umana, deve essere corretta in questo modo, che la... Ci sono classi intellettuali di uomini, naturalmente. Ci sono la prima classe intellettuale di uomini, seconda classe intellettuale, terza classe, quarta classe, in questo modo. Così l'uomo intellettuale di prima classe, deve essere brahmana, nella qualificazione brahminica, e devono essere coscienti di Kṛṣṇa. Poi si può guidare tutta la società nel modo giusto, e non ci sarà nessun problema. Questo è il movimento per la coscienza di Kṛṣṇa. Così qui Kṛṣṇa dice come diventare coscienti di Kṛṣṇa.

Questo è per i brahmana, o la classe intellettuale degli uomini. Che viene descritto da Kṛṣṇa. Che cos'è? mayy āsakta-manah: "La mente deve essere fissata su di me, Kṛṣṇa." Questo è l'inizio. In un modo o nell'altro dobbiamo... La nostra mente è attaccata a qualcos'altro. La mente non può essere distaccata.. Abbiamo così tanti desideri. Così l'affare della mente é di essere attaccata. Perciò, accetto qualcosa, e rigetto qualcosa. Questo è l'affare della mente. Così non si può diventare zero, non si può diventare privi di desideri. Questo non è possibile. Il nostro processo di... Proprio come gli altri, dicono, diventa privo di desideri." Questa è una proposta sciocca. Chi può diventare privo di desideri? Non è possibile. Se io sono privo di desideri, allora sono un uomo morto. Un uomo morto non ha alcun desiderio. Quindi questo non è possibile. Dobbiamo purificare i desideri. Ciò è richiesto. Purificare i desideri. Sarvopādhi-vinirmuktaṁ tat-paratvena nirmalam (CC Madhya 19.170). Questo si chiama purificazione. Nirmalam. tat-paratvena. tat-paratvena significa quando la coscienza di Dio, si é cosciente di Kṛṣṇa, allora i desideri diventano purificati.

Quindi dobbiamo arrivare al punto di non diventare privi di desideri, ma al punto di purificare i desideri. Questo é richesto. Quindi qui é detto, mayy āsakta-Manah: "Non si può rendere la mente priva di desideri, ma di fissarla su di me." Ciò é richiesto. Mayy āsakta-Manah Partha. Questo è il metodo dello yoga. Questo si chiama bhakti-yoga, e questo si chiama yoga di prima classe. È descritto nella Bhagavad-gita, che yoginam api sarvesam mad-gatenāntar-atmana (BG 6.47). Lo yogi, lo yogi di prima classe, yoginam api sarvesam... "Ci sono diversi tipi di metodi di yoga, ma la persona che ha accettato questo bhakti-yoga, mi pensa sempre." Proprio come questi ragazzi e ragazze, gli é stato insegnato di pensare sempre a Kṛṣṇa, "Hare Kṛṣṇa, Hare Kṛṣṇa, Kṛṣṇa Kṛṣṇa, Hare Hare / Hare Rama, Hare Rama, Rama Rama, Hare Hare." Quindi, se avete letto la Bhagavad-gita e cantate Hare Kṛṣṇa, immediatamente si impara tutta la scienza, come attaccarsi a Kṛṣṇa. Questo si chiama mayy āsakta-manah. mayy āsakta-manah partha yogam yuñjan, per praticare lo yoga... Questo è il bhakti-yoga. mad-āśrayaḥ. mad-āśrayaḥ significa "sotto la mia direzione," o sotto la mia protezione.