IT/Prabhupada 0382 - Spiegazione di "Dasavatara Stotra" parte4

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Spiegazione di "Dasavatara Stotra" parte 4
- Prabhupāda 0382


Purport to Sri Dasavatara Stotra -- Los Angeles, February 18, 1970

La prossima incarnazione è Vāmana, il nano. Il Signore Vāmana apparve davanti a Bali Mahārāja. Anche questo fu un altro inganno. Bali Mahārāja conquistò tutti i pianeti dell'universo, e gli esseri celesti erano molto disturbati. Così Vāmanadeva andò da Bali Mahārāja. "Fammi la carità, sono un brāhmaṇa. Sono venuto a chiederti l'elemonisa". Così Bali Mahārāja disse: "Sì., te la darò". Egli voleva solo tre passi di terra. Quindi, con un passo l'intero universo fu coperto per metà, e con un altro passo l'altra metà fu coperta. Per il terzo passo Bali Mahārāja disse: "Sì, ora non c'è più spazio. Ti prego di mettere il piede sulla mia testa. C'è ancora la mia testa". Così Vāmanadeva fu molto soddisfatto del sacrificio di Bali Mahārāja. Abbandonò tutto per il Signore. Pertanto egli è uno delle più grandi autorità. Tra le dodici autorità, Bali Mahārāja è una di esse perché ha sacrificato tutto per soddisfare il Signore. E il prossimo è Paraśurāma. Paraśurāma, per ventuno volte, compì una strage esemplare uccidendo tutti i re kṣatriya. I re kṣatriya erano molto disonesti in quel periodo e così li uccise in ventuno volte. Fuggirono di qua e di là. E dalla storia del Mahābhārata si intende che in quel tempo alcuni kṣatriya fuggirono e si rifugiarono nella parte europea. E la stirpe indoeuropea proviene da quegli kṣatriya . Questa è Storia, informazioni storiche tratte dal Mahābhārata. Poi la prossima incarnazione è il Signore Rāma. Ha combattuto contro Rāvaṇa, che aveva dieci teste. E la prossima incarnazione è Balarāma. Balarāma è il fratello maggiore di Krishna. E' incarnazione di Saṅkarṣaṇa, l'espansione immediata di Krsna. Era molto bianco di carnagione, e indossava abiti blu; e con il suo aratro, la volta che si arrabbiò col fiume Yamunā, cercò di asciugare il fiume Yamuna. Qui viene questa descrizione. E Yamunā, per la paura, accettò la proposta di Balarāma. E la prossima incarnazione è il Signore Buddha. Buddha, rifiutò i principi vedici. Perciò Egli è considerato come ateo. Chi non è d'accordo con i principi vedici è considerato ateo. Proprio come chi non crede nella Bibbia viene chiamato ateo, allo stesso modo, coloro che non accettano i principi vedici, sono chiamati atei. Così Buddha, sebbene fosse un'incarnazione di Krishna, disse: "Io non credo nei Veda". Qual è stato il motivo? Il motivo era quello di salvare i poveri animali. A quel tempo la gente sacrificava i poveri animali col motivo del sacrificio vedico. Le persone demoniache vogliono fare qualcosa sotto la protezione di un'autorità. Proprio come un grande avvocato che con la protezione del codice legale usa la legge illegalmete. Allo stesso modo, i demoni sono così intelligenti che approfittano delle ingiunzione delle Scritture e fanno tutte le sciocchezze. Stavano succedendo queste cose; in nome del sacrificio vedico uccidevano gli animali come niente. Così il Signore divenne molto compassionevole per questi poveri animali, ed apparve come Buddha; e la sua filosofia era la nonviolenza. La sua filosofia era atea perché egli disse: "Dio non esiste. Questa manifestazione è una combinazione di materia, e smantellando gli elementi materiali ci sarà il nulla e non ci sarà alcun senso di piacere e dolore. Questo è il nirvāṇa, il fine ultimo della vita". Questa fu la sua filosofia. Ma in realtà la sua missione era quella di smettere di uccidere animali; fermare gli uomini da un'attività tanto peccaminosa. Percui viene qui pregato anche Buddha. La gente rimarrà sorpresa che il Buddha è designato come ateo e che tuttavia i Vaiṣṇava offrono le loro rispettose preghiere a lui. Perché? Perché il Vaiṣṇava sa come Dio agisce per i Suoi diversi scopi. Gli altri non lo sanno. La prossima incarnazione avatāra è Kalki. Che deve ancora venire. Kalki avatāra apparirà alla fine di questa Era, il Kali-yuga. La durata di questa Era di Kali-yuga, ancora in essere, si compirà per altri 400.000 anni. Così, alla fine di Kali, ciò significa nell'ultima fase, tra circa 400.000 anni, apparirà l'incarnazione di Kalki. Questo è predetto nelle Scritture Vediche; così come è anche stata predetta l'apparizione del Buddha nello Śrīmad-Bhāgavatam. E lo Śrīmad-Bhāgavatam è stato compilato cinquemila anni fa, e Buddha apparve circa 2.500 anni fa. Quindi a proposito dell'apparizione del Buddha è stato predetto che all'inizio del Kali-yuga Buddha sarebbe apparso. Fu predetto, e ciò si realizzò per davvero. Allo stesso modo c'è la predizione di Kalki avatāra, e anche ciò si avvererà. In quel momento l'impresa del Signore Kalki sarà semplicemente uccidere; nessun insegnamento. Proprio come nella Bhagavad-gītā Krishna ha dato istruzioni nella forma della Bhagavad-gītā, ma alla fine del Kali-yuga la gente sarà così degradata che non vi è più possibilità di dare alcun insegamento. Essi non saranno più in grado di capire. A quel tempo ci sarà solo l'arma per ucciderli. E uno che viene ucciso dal Signore ottiene anch'egli la salvezza; questa è la qualità completamete misericordiosa di Dio: sia che protegga o uccida, il risultato è lo stesso. Quindi questa sarà la fase finale di questo Kali-yuga, e dopo ciò, nuovamente il Satya-yuga, l'età della religiosità avrà inizio. Queste sono le dichiarazioni della letteratura Vedica.