IT/Prabhupada 0749 - Krishna Prova Dolore, Diventate Quindi Coscienti di Krishna

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Krishna Prova Dolore, Diventate Quindi Coscienti di Krishna - Prabhupāda 0749


Lecture on SB 1.7.7 -- Vrndavana, April 24, 1975

Prabhupāda: La gente sta soffrendo a causa di essere diventati empi. Non si può capire chi è Dio, chi è Krishna, a meno che non si abbia terminato con le proprie attività empie.

yeṣāṁ tv anta-gataṁ pāpaṁ
janānāṁ puṇya-karmaṇām
te dvandva-moha-nirmuktā
bhajante māṁ dṛḍha-vratāḥ
(BG 7.28)

Questo è il principio: gli uomini non possono mantenere le proprie attività empie e nello stesso tempo diventare religiosi, o coscienti di Dio; questo non è possibile. Non è possibile. Perciò Caitanya Mahāprabhu ha prescritto un metodo molto facile per diventare pii, e questo è il canto del mahā-mantra Hare Krishna. Ceto-darpaṇa-mārjanam (CC Antya 20.12). La vera malattia è dentro il nostro cuore. Hṛd-roga-kāma. Hṛd-roga-kāma (CC Antya 5.45–46). Noi abbiamo una malattia, una malattia del cuore. Qual è? Kāma, i desideri lussuriosi, che vengono chiamati hṛd-roga-kāma. Quindi, dobbiamo curare questa malattia del cuore, hṛd-roga-kāma. E questo sarà fatto semplicemente cantando e ascoltando il mantra Hare Krsna. Ceto-darpaṇa-mārjanam. Il cuore è a posto, ma è coperto da cose materiali sporche, vale a dire i tre guṇa: sattva, raja, tamo-guṇa. Ma semplicemente ascoltando lo Śrīmad-Bhāgavatam, con l'ascolto del canto del mantra Hare Krishna, sarete purificati. Nityaṁ bhāgavata-sevayā. Naṣṭa-prāyeṣu abhadreṣu nityaṁ bhāgavata-sevayā (CC Madhya 7.128). Nityaṁ bhāga. Se cogliamo l'occasione... Stiamo aprendo centri in tutto il mondo solo per dare alla gente questa opportunità, nityaṁ bhāgavata-sevayā. Anartha upaśamaṁ sākṣād bhakti-yogam (SB 1.7.6). Poi, non appena il cuore è purificato con l'ascolto di ciò che riguarda Krishna... Caitanya Mahāprabhu raccomanda: yāre dekha, tāre kaha kṛṣṇa-upadeśa (CC Madhya 7.128). Anche questo Śrīmad-Bhāgavatam è kṛṣṇa-upadeśa, perché ascoltando lo Śrīmad-Bhāgavatam sarete interessati a Krishna; upadeśa riguardo a Krishna. Anche questo è kṛṣṇa-upadeśa. E anche l'insegnamento di Krishna è kṛṣṇa-upadeśa.

Quindi, questa è la missione di Śrī Caitanya Mahāprabhu: che si vada e predicate, e fare propaganda di kṛṣṇa-upadeśa. Questo è il Movimento per la Coscienza di Krishna. Stiamo insegnando a tutti i nostri uomini come diffondere kṛṣṇa-upadeśa, a come diffondere la coscienza di Krishna. Poi, anartha upaśamaṁ sākṣāt, tutte le cose indesiderabili contaminanti finiranno, e allora la pura coscienza... La pura coscienza è la coscienza di Krishna. Pura coscienza significa capire: "Io sono molto intimamente legato a Krishna essendone parte integrante." Proprio come il mio dito è molto intimamente connesso al mio corpo. Intimamente. Se c'è un po' di dolore al dito, io ne divento molto disturbato perché ho un'intima connessione con questo dito. Allo stesso modo, abbiamo una intima connessione con Krishna, ma siamo caduti; e siccome anche Krishna sente un po' di dolore, allora discende:

paritrāṇāya sādhūnāṁ
vināśāya ca duṣkṛtām
dharma-saṁsthāpanārthāya
sambhavāmi yuge yuge
(BG 4.8)

Krishna prova dolore; diventate coscienti di Krishna, e Krishna allora proverà piacere. Questo è il Movimento per la Coscienza di Krishna.

Molte grazie.