IT/Prabhupada 0975 - Noi siamo dei piccoli dei. Minuscoli, siamo dei campioni

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Noi siamo dei piccoli dei. Minuscoli, siamo dei campioni
- Prabhupāda 0975


730408 - Lecture BG 04.13 - New York

Siamo in grado di fluttuare uno sputnik nel cielo, e prendiamo così tanto credito, che siamo diventati molto, molto grandi scienziati. Non ci preoccupiamo per Dio. Questa è stupidità. Una persona stolta dirà così. Ma uno che è intelligente, sa che Dio fluttua milioni e miliardi di pianeti nel cielo, e cosa abbiamo fatto in questo confronto? Questa è intelligenza. Così siamo diventati molto orgogliosi della nostra conoscenza scientifica, e per questo, in questo momento, noi sfidiamo l'esistenza di Dio. A volte diciamo che "adesso sono diventato Dio". Queste sono affermazioni insensate.

Tu non sei niente in confronto all'intelligenza ... Lui è anche intelligente. Perché siamo parte integrante di Dio, per questo possiamo studiare ciò che è Dio se semplicemente studiamo noi stessi. Proprio come se studi una goccia d'acqua di mare, se analizzi chimicamente, troverai tante sostanze chimiche in quella goccia. Così puoi capire che cos'è la composizione del mare. La stessa composizione. Ma in maggiore quantità. Questa è la differenza tra Dio e noi stessi. Noi siamo piccoli dèi, possiamo dire, piccoli dèi. Minuscoli, dei campioni. Per questo, siamo così tanto orgogliosi. Ma non dovremmo essere orgogliosi, perché dovremmo sapere che tutte le nostre qualità sono prese da Dio. Perché siamo parte integrante. Così originariamente tutte queste qualità sono in Dio.

E quindi Vedānta-sūtra dice ciò che è Dio, ciò che è la Verità Assoluta? Athātho brahma-jijñāsā. Quando ci domandiamo su Dio, circa la Verità Assoluta, la risposta è data immediatamentte: janmādy asya yataḥ (SB 1.1.1). La Verità Assoluta è questa, dal quale viene tutto, tutto emana. Quindi tutto viene da Dio. Egli è la fonte originale di tutte le forniture. Ora, qual è la nostra posizione? Ci sono innumerevoli esseri viventi. Nityo nityānāṁ cetanaś cetanānāṁ (Katha Upanisad 2.2.13). Questa è l'informazione vedica. Dio è anche un essere vivente, come noi, ma Egli è l'essere vivente supremo. E noi siamo anche entità viventi.

Proprio come un padre. Il padre può avere avuto venti bambini. Venti figli. In precedenza, hanno usato di avere un centinaio di figli. Ora i padri non hanno tale potere. Ma in, fino a cinque mila anni fa, Il re Dhṛtarāṣṭra ha dato alla luce un centinaio di figli. Ora siamo ... Noi diciamo, stiamo dicendo che siamo sovrappopolati. Ma questo non è un fatto. Al momento attuale, dov'é la domanda della sovrappopolazione? Ora, come molti di noi danno alla luce centinaia di bambini? No. Nessuno. Ma in passato, un padre poteva dare nascita un centinaio di bambini. Quindi non c'é domanda di sovrappopolazione. E anche se c'è sovrappopolazione, abbiamo informazioni dai Veda: eko bahūnāṁ yo vidadhāti kāmān. Un essere vivente supremo, Dio, Egli può mantenere innumerevoli esseri viventi.