IT/Prabhupada 1055 - Vedere Se Esercitando i Vostri Doveri Avete Soddisfatto Dio

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Vedere Se Esercitando i Vostri Doveri Avete Soddisfatto Dio
- Prabhupāda 1055


750522 - Conversation B - Melbourne

Prabhupāda: Il progresso delle conoscenze in ogni settore va molto bene. Ma qual è lo scopo? L'obiettivo è quello di glorificare il Signore Supremo. Proprio come voi siete avvocati. Ci avete dato aiuto in un certo momento di difficoltà. Perché? Perché avete voluto continuare la glorificazione del Signore, "Questi uomini stanno facendo bene. Perché dovrebbero essere perseguitati?" Quindi questo significa che avete aiutato nella glorificazione del Signore. Ecco, questo è il vostro successo come avvocati. Chiunque aiuti questo Movimento che sta diffondendo la coscienza di Krishna, la coscienza di Dio. Essi dovrebbero essere aiutati con tutto il rispetto, questa è la perfezione. Tutto è necessario, ma dovrebbe essere sublimato nella glorificazione del Supremo. Allora è perfetto. In un altro punto... (a parte :) Trova questo verso:

ataḥ pumbhir dvija-śreṣṭhā
varṇāśrama-vibhāgaśaḥ
svanuṣṭhitasya dharmasya
saṁsiddhir hari-toṣaṇam
(SB 1.2.13)

Proprio come avete aiutato questa istituzione in difficoltà. Ciò significa che avete compiaciuto Krishna. Questo è il vostro successo. "I Miei devoti sono in difficoltà, necessitano di un aiuto legale". Voi, come avvocati, li avete aiutati; quindi avete compiaciuto Krishna, Dio. Questo è lo scopo della vita. Qualunque sia l'ambito di lavoro, come avvocato, come uomo d'affari, o come studioso, come filosofo, come scienziato, come economista... Ci sono così tante esigenze. Non ha importanza. Ma si dovrebbe vedere se si ha successo. E qual è il criterio del successo? Il criterio del successo è se si è piaciuti a Dio. (a parte :) Leggi questo: ataḥ pumbhir dvija-śreṣṭhāḥ... Trova questo verso.

Śrutakīrti:

ataḥ pumbhir dvija-śreṣṭhā
varṇāśrama-vibhāgaśaḥ
svanuṣṭhitasya dharmasya
saṁsiddhir hari-toṣaṇam
(SB 1.2.13)

"O migliore tra i nati due volte, è stato concluso dunque che la più alta perfezione che si possa raggiungere adempiendo i propri doveri prescritti, dharma, secondo le divisioni di casta e dell'ordine di vita (varnasrama), è quella di soddisfare il Signore, Hari."

Prabhupada: E' così. Questo dovrebbe essere il... Quel: "Qualunque sia la mia professione, la mia attività, il mio talento, le mie capacità -ci sono diverse categorie- ho soddisfatto Dio?" Allora è un successo. Se hai soddisfatto Dio con la tua professione legale -vestito in modo diverso- non importa. Vai bene come loro che servono Dio tutto il tempo. Perché anche la loro attività è quella di dar piacere a Dio. Allo stesso modo, se soddisfi Dio, anche mettendo in pratica la tua legge, sei idoneo, come una persona santa. Questo dovrebbe essere l'obiettivo: "Ho soddisfatto Dio con il mio dovere professionale o col mio dovere occupazionale?" Questa è la norma. Lasciate che la gente vi aderisca. Noi non diciamo "Cambiate la vostra situazione. Diventa un sannyāsī o rinuncia alla tua professione e rasati il capo." No, noi non diciamo così. Noi lo siamo per natura. Questa è la coscienza di Krishna; mantenete a vostra posizione, ma vedete se dall'esercizio del vostro dovere avete soddisfatto Dio. Allora sarà tutto giusto.