IT/Prabhupada 0009 - Il Ladro che Divenne un Devoto

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Il Ladro che Divenne un Devoto
- Prabhupāda 0009


Lecture on SB 1.2.12 -- Los Angeles, August 15, 1972

Kṛṣṇa spiega nella Bhagavad-gita: (BG 7.25) nāhaṁ prakāśaḥ sarvasya yoga-māyā-samāvṛtaḥ "Io non mi rivelo a tutti". Yogamāyā, yogamāyā. È coperto. Quindi, come potete vedere Dio? Ma questa mascalzonata continua. "Puoi mostrarmi Dio? Tu hai visto Dio?" Dio è diventato proprio come un giocattolo. "Qui c'è Dio. Egli è l'incarnazione di Dio". (BG 7.15) Na māṁ duṣkṛtino mūḍhāḥ prapadyante narādhamāḥ. Loro sono peccaminosi, mascalzoni, sciocchi, i più bassi del genere umano. Queste sono le domande che fanno : "Puoi mostrarmi Dio?" Che qualifica hai aquisito, per vedere Dio? ecco la qualifica. che cos'è questa? Tac chraddadhānā munayaḥ. Prima di tutto, uno deve essere fedele. Fedele. Śraddadhānāḥ, a dire il vero una persona deve essere molto desiderosa di vedere Dio. "Puoi mostrarmi Dio?" non con tendenza frivola, o prenderla alla leggera, o con la magia, proprio come se Dio fosse una magia. No. Egli deve essere molto serio. "Sì, se Dio esiste... Noi lo abbiamo visto, siamo stati informati a riguardo di Dio. Quindi, io devo vederlo." C'è una storia a questo proposito. È molto istruttiva, cercate di ascoltare. Un recitatore di professione stava recitando il Bhāgavata, ed egli stava descrivendo che Kṛṣṇa era estremamente decorato con molti gioielli, e fu inviato nella foresta a sorvegliare le mucche. Così in quella riunione si nascondeva un ladro, allora egli pensò: "Perché non andare a Vrindavana a derubare quel ragazzo? Egli è nella foresta con molti gioielli preziosi. Posso andare lì a catturare quel bambino, e prendere tutti i gioielli." Quella era la sua intenzione. era serio: "Devo trovare quel ragazzo, così, in una notte, diventerò milionario". Tanti gioielli. No Così, andò là, ma la sua qualifica era, che "devo vedere Kṛṣṇa, devo vedere Kṛṣṇa." Quell'ansia, quel desiderio, rese possibile che lui vedesse Kṛṣṇa a Vrindavana. Egli vide Kṛṣṇa, nel modo come fu informato dal lettore del Bhāgavata. Quindi, vedendolo: "Oh, oh, tu sei un così bravo ragazzo, Kṛṣṇa." Così cominciò a lodarlo. lui pensò: "Lo glorifico, e poi Gli prendo tutti i Suoi gioielli". Così, quando gli propose il suo vero affare: "Allora, posso prendere alcuni dei tuoi ornamenti? Tu sei così ricco". "No, no, no... Mia mamma si arrabbierà. Non posso..." Kṛṣṇa come un bambino. Perciò, egli diventò sempre più appassionato per Kṛṣṇa E poi ..di consequenza lui si purificò, dovuto al fatto che si era associato con Kṛṣṇa. Poi, alla fine, Kṛṣṇa disse: "Va bene, puoi prenderli". E di conseguenza diventò subito un devoto di Krshna, dovuto al fatto che si era associato con Kṛṣṇa...

Così, in un modo o nell'altro, dobbiamo entrare in contatto con Kṛṣṇa. In un modo o nell'altro, saremo purificati.