IT/Prabhupada 0040 - Qui C'è Una Persona Suprema

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Qui C'è Una Persona Suprema
- Prabhupāda 0040


Lecture on BG 16.8 -- Tokyo, January 28, 1975

Ci sono milioni e milioni e miliardi di esseri viventi, e Kṛṣṇa è seduto nel cuore di ognuno. sarvasya cāhaṁ hṛdi sanniviṣṭo mattaḥ smṛtir jñānam apohanaṁ ca (BG 15.15) Lui gestisce in questo modo. Se pensiamo che Lui controlli come noi, questa idea è sbagliata. Lui controlla. C'è un controllore. Con conoscenza illimitata e con illimitate assistenze, con potenze illimitate Lui dirige. Questi impersonalisti non possono pensare che una persona possa essere così illimitatamente potente. Perciò diventano impersonalisti. Non riescono a pensarlo. Gli impersonalisti non possono immaginarlo. Immaginano: "Quando uno è una persona, è una persona come me. Io non posso fare questo, perciò Egli non lo può fare." Quindi sono mūḍha. avajānanti māṁ mūḍhāḥ (BG 9.11) Essi paragonano Kṛṣṇa a se stessi. Come sono una persona, allo stesso modo, Kṛṣṇa è una persona. Loro non lo sanno. I Veda ci informano che benché Egli sia una persona, è Lui che mantiene tutte le illimitate persone. Loro non lo sanno. eko yo bahūnāṁ vidadhāti kāmān Una singola persona mantiene molti milioni, molti milioni, miliardi di persone. Ognuno di noi, tutti, siamo persone. Io sono una persona, tu sei una persona. La formica è una persona, Il gatto è una persona, il cane è una persona e l'insetto è una persona. Gli alberi sono persone. Ognuno è una persona, tutti siamo persone. E c'è un'altra persona. Questi è Dio, Kṛṣṇa. Una persona che sta mantenendo tutte queste varietà di milioni e miliardi di persone. Questo è nei Veda: eko yo bahūnāṁ vidadhāti kāmān, nityo nityānāṁ cetanaś cetanānām (Kaṭha Upaniṣad 2.2.13) Questa è l'informazione.

Anche Kṛṣṇa dice nella Bhagavad-gītā: ahaṁ sarvasya prabhavo mattaḥ sarvaṁ pravartate iti matvā bhajante māṁ... (BG 10.8) Perciò, un devoto, quando capisce bene che c'è una Persona Suprema, che è il leader, che è Colui che controlla e mantiene ogni cosa si abbandona a Lui e diventa Suo devoto.