IT/Prabhupada 0041 - La Vita Presente è Piena di Cattivi Auspici

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

La Vita Presente è Piena di Cattivi Auspici
- Prabhupāda 0041


Lecture on BG 9.1 -- Melbourne, June 29, 1974

Conoscenza completa. Se leggete la Bhagavad-gītā ottenete una conoscenza completa. Cosa dice Bhagavān?

idaṁ tu te guhyatamaṁ
pravakṣyāmy anasūyave
(BG 9.1)

Bhagavān, Kṛṣṇa sta istruendo Arjuna. Nel Nono Capitolo dice: "Mio caro Arjuna, ora ti rivelo la conoscenza più confidenziale," guhyatamaṁ. tamaṁ significa superlativo. Positivo, comparativo e superlativo. In sanscrito, tara-tama. tara è comparativo, e tama significa superlativo. Così qui Bhagavān, la perfetta personalità di Dio, dice: idaṁ tu te guhyatamaṁ pravakṣyāmy "Ora ti revelo la conoscenza più confidenziale." jñānaṁ vijñāna-sahitaṁ La conoscenza è piena comprensione, non è immaginazione. jñānaṁ vijñāna-sahitaṁ. vijñāna significa scienza, dimostrazione pratica. jñānaṁ vijñāna-sahitaṁ yaj jñātvā Se si impara questa conoscenza, yaj jñātvā mokṣyase śubhāt aśubhāt. mokṣyase significa che dà liberazione, aśubhāt significa sgradito, cattivo auspicio, quindi la nostra vita attuale è deprecabile. Per vita attuale si intende: da quando possediamo questo corpo materiale, che è pieno di cattivi auspici. mokṣyase aśubhāt. aśubhāt significa sgradito.