IT/Prabhupada 0044 - Servizio Significa che Obbedisci all'Ordine del Padrone

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Servizio Significa che Obbedisci all'Ordine del Padrone
- Prabhupāda 0044


Lecture on BG 4.1 -- Montreal, August 24, 1968

Quindi, questo significa che sta seguendo le istruzioni di Kṛṣṇa. Questo è tutto. Non gli importa se diventa nemico di Kṛṣṇa. Il principio è che lui segue, Se Kṛṣṇa dice "Diventa mio nemico", allora posso diventare Suo nemico. Questo è bhakti-yoga. Sì. Voglio soddisfare Kṛṣṇa. Proprio come se il padrone chiede al servo "Colpiscimi qui" e quindi lui lo colpisce così; quello è servizio. Gli altri vedendo direbbero:"Oh, sta picchiando e pensa di servire? Cos'è questo? Sta picchiando!" Ma il padrone vuole: "Colpiscimi!". Questo è servizio. Servizio significa obbedire agli ordini del maestro. Non importa cosa sia. C'è un esempio molto bello nella vita di Sri Caitanya. Lui aveva un servitore personale, Govinda. Dopo che Sri Caitanya aveva preso prasādam, anche Govinda lo prendeva. Così un giorno, Sri Caitanya, dopo aver preso prasādam, si andò a stendere sulla soglia. Com'è chiamata? Soglia? Porta? Entrata. Allora Govinda Lo scavalca. Di solito Govinda Gli massaggiava le gambe mentre Lui riposava. Così Govinda scavalcò Sri Caitanya e massaggiò le Sue gambe. Dopo che Sri Caitanya ebbe dormito, diciamo, dopo una mezz'ora, quando Si alzò vide Govinda e disse: "Non hai ancora preso prasādam?" "No, Signore." "Perché?." "Non posso scavalcarTi, e sei sdraiato qui." "E allora come sei entrato?." "Ho scavalcato". "Come, se prima Mi hai scavalcato, perché non scavalcarMi ancora?" "Perché sono venuto a servirTi, e ora non posso scavalcarTi per prendere il mio prasādam. Questo non è il mio dovere. Questo è per me stesso. E non per Te." Quindi, per il piacere di Kṛṣṇa si può diventare Suo nemico, si può diventare Suo amico, si può diventare qualsiasi cosa. Questo è bhakti-yoga. Perché il vostro obiettivo è come soddisfare Kṛṣṇa. E non appena arrivate al punto di voler soddisfare i vostri sensi, allora si viene nel mondo materiale, immediatamente.

kṛṣṇa-bahirmukha hañā bhoga vāñchā kare
nikaṭa-stha māyā tāre jāpaṭiyā dhare
(Prema-vivarta)

Non appena ci dimentichiamo Kṛṣṇa e vogliamo fare cose per la nostra gratificazione dei sensi, quella è māyā -illusione- e non appena rinunciamo a questo corso della gratificazione dei sensi e facciamo tutto per Kṛṣṇa, questa è liberazione.