IT/Prabhupada 0102 - La Velocità Della Mente

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

La Velocità Della Mente
- Prabhupāda 0102


Lecture on SB 5.5.1-8 -- Stockholm, September 8, 1973

Ora avete gli aeroplani. Ottimo. Ma con essi non potete raggiungere nemmeno i pianeti materiali. Quindi, se volete raggiungere un pianeta spirituale, allora potete costruire un aereo che viaggia alla velocità della mente. O alla velocità dell'aria. I fisici, conoscono la velocità dell'aria, o quella della luce. Ma di tutte le velocità, quella superiore è la velocità della mente. I fisici sanno quanto sono veloci l'aria e la luce. La mente è ancora più veloce. Ne avete l'esperienza. Ora siete seduti qui. In un secondo, potete andare in America, negli Stati Uniti, in India, immediatamente. Potete andare a casa vostra. Potete vedere le cose - con la mente, naturalmente, con la velocità della mente. Così la Brahma-samhita dice che, anche se si potesse realizzare un aereo che viaggia alla velocità della mente, che viaggia alla velocità dell'aria - panthās tu koti-sata-vatsara-sampragamyaḥ - e viaggiando a quella velocità per molti milioni di anni, ciò nonostante non potrete raggiungere Goloka Vrindavana. Non riuscirete a trovarla. Panthās tu koti-sata-vatsara-sampragamyo vāyor athāpi manaso muni-puṅgavānām (Bs. 5,34). Non è che gli acarya precedenti e gli altri maestri, non ne fossero a conoscenza, cosa fosse l'aereo, cosa fosse la velocità, e come viaggiare. Non pensate stupidamente, che qualcuno abbia inventato tutto ciò. In realtà non hanno fatto niente di speciale. Nemmeno oggetti di terza, quarta e decima classe. Esistevano aeroplani meravigliosi. Qui avete il suggerimento di poter costruire un aereo in grado di viaggiare alla velocità della mente. Ed ecco il consiglio - fatelo. Potete fabbricare un aereo che può viaggiare alla velocità dell'aria. Pensano che se potessero fabbricare un aeroplano che viaggia alla velocità della luce, ciò nonostante, ci vorrebbero migliaia di anni per raggiungere il pianeta più lontano. Pensano, se fosse possibile. Ma fino ad ora possiamo vedere che non sono andati oltre i dadi e i bulloni, come fa questo cervello ottuso, a pensare che si possano produrre tali oggetti? Non è possibile. Ci vuole un altro tipo di cervello. Gli yogi ci possono arrivare, loro lo possono fare. Proprio come Durvasa Muni che raggiunse Vaikuntha-loka, e vide personalmente Visnu nella sua dimora per essere risparmiato dal Suo disco che lo stava inseguendo per ucciderlo. Aveva insultato un vaisnava. Questa è un'altra storia. Quindi effettivamente la vita umana è fatta per quello scopo, per comprendere Dio e le Sue potenze e per risvegliare la nostra originale relazione con Lui. Questa è la nostra occupazione principale. Ma, purtroppo, sono tutti impegnati nelle fabbriche e in altri lavori, a lavorare come maiali e cani, sprecando così tutta la loro energia. E non solo la loro energia, ma anche il loro carattere, e stanno lavorando così duramente, e dopo aver lavorato così duramente devono bere intossicanti. Poi, dopo aver bevuto, devono mangiare carne. E dopo questa combinazione, richiedono il sesso. E in questo modo, vagano nell'oscurità. E in questi versi, Rsabhadeva avverte. Sta mettendo in guardia. Sta parlando ai suoi figli, ma anche noi possiamo imparare la lezione. Ci dice: nāyaṁ deho deha-bhājāṁ nṛloke kastan kaman arhate vid-bhujāṁ ye (SB 5.5.1). Kaman indica le necessità della vita. Potete soddisfare i vostri bisogni molto facilmente. Coltivando la terra e raccogliete il grano. E con una mucca, avete il latte. Tutto qui. E questo è sufficiente. Ma i dirigenti hanno un piano: se sono soddisfatti solo coltivando la terra, con un pò di cereali e del latte, chi lavorerà nelle fabbriche? Pertanto impongono le tasse in modo tale che non si possa vivere una vita semplice. Questa è la situazione. Anche se lo desiderate, I leader moderni non ve lo permettono. Vi costringono a lavorare come cani, maiali e asini. Questa è la situazione.