IT/Prabhupada 0103 - Non Tentate di Andarvene Dalla Società dei Devoti

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Non Tentate mai di Andarvene Dalla Società dei Devoti
- Prabhupāda 0103


Lecture on CC Adi-lila 7.91-2 -- Vrndavana, March 13, 1974

Narottama dasa Thakura afferma che "Nascita dopo nascita." Perché un devoto, non aspira al ritorno a casa, a casa da Dio. No. In qualsiasi luogo, non importa. Vuole semplicemente glorificare il Signore Supremo. Questo è la sua unica attività. Non è l'attività del bhakta che sta cantando e ballando e compie il servizio di devozione per andare a Vaikuntha o Goloka Vrindavana. Questo è il desiderio di Kṛṣṇa."Se Egli lo desidera, mi porterà da Lui." Proprio come dice anche Bhaktivinoda Thakura: Iccha yadi tora. Janmaobi yadi more iccha yadi tora, bhakta-grhete janma ha-upa mora. Il devoto prega solo che... Egli non chiede a Krsna: "Per favore riportami a Vaikuntha o a Goloka Vrindavana." No. "Se credi che io debba prendere ancora nascita, va bene. Ma la mia unica richiesta è che possa nascere nella casa di un devoto. Tutto qui. In modo che non mi possa dimenticare di Te." Questa è l'unica preghiera del devoto. Perché... Proprio come questa bambina è nata da genitori vaisnava. Quindi dev'essere stata una vaisnavi o un vaisnava nella sua vita precedente. Perché questa è un'opportunità... Tutti i nostri bambini, quelli che sono nati da un padre e da una madre vaisnava, sono molto, molto fortunati. Fin dall'inizio della loro vita, stanno ascoltando il maha-mantra Hare Kṛṣṇa. Si stanno associando con i Vaisnava, e stanno cantando e ballando. Imitando gli adulti o facendo sul serio, non importa. Si tratta comunque di bambini molto fortunati. Sucinam srimatam gehe yoga-bhrastah-sanjayate (BG 6.41). Quindi non sono bambini ordinari. Si tratta di... Questi bambini, aspirano sempre all'associazione dei devoti, cantando Hare Kṛṣṇa in nostra compagnia. Quindi non sono bambini ordinari. Il bhakti-sange vasa. Questa è la preziosa opportunità, bhakta-sange vasa. Così la nostra associazione per la coscienza di Kṛṣṇa è un bhakta-sanga, un'associazione di devoti. Non cercate mai di lasciarla. Non lasciatela mai. Le discrepanze ci possono essere. È necessario fare degli aggiustamenti. E questo canto e la danza nell'associazione dei devoti, porta enormi vantaggi, ed è di grande valore. Questo punto viene confermato qui, e tutti i vaisnava lo hanno confermato.

tandera carana-sevi-bhakta-sane vasa
janame janame mora ei abhilasa

Janame janame mora significa che non vuole tornare a casa. Questo non è il suo desiderio. "Quando Kṛṣṇa lo vorrà e Lo permetterà. Che è cosa diversa. Altrimenti, lasciami andare avanti così. Nell'associazione dei devoti e il canto e la danza sono la mia unica attività." Tutto ciò è richiesto. Nient'altro. Qualsiasi altra cosa, qualunque altro desiderio, è anyabhilasa. Anyabhilasita-sunyam (Brs. 1.1.11). Un devoto non dovrebbe desiderare nient'altro."Fammi vivere nell'associazione dei devoti cantando il maha-mantra Hare Kṛṣṇa." Questa è la nostra vita.

Grazie mille.