IT/Prabhupada 0113 - E' Molto Difficile Controllare la Lingua

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

È Molto Difficile Controllare la Lingua
- Prabhupāda 0113


Lecture on SB 5.6.2 -- Vrndavana, November 24, 1976

Così Raghunatha Das Gosvami seguiva molto strettamente, e anche Caitanya Mahaprabhu seguiva molto strettamente, e Rūpa-Sanatana seguiva molto strettamente. Non è che perché uno vive a Vrindavana con un panno tagliato corto e quindi lui è diventato come Rupa Gosvami... Rupa Gosvami era pienamente impegnato. Nana-śāstra-vicāraṇaika-nipuṇau sad-dharma-saṁsthāpakau lokānāṁ Hita-kāriṇau. Erano in Vrindavana, ma pensavano sempre come fare del bene alle persone di questo mondo materiale. Proprio come Prahlada Maharaja. Soce Tato vimukha-cetasa. La preoccupazione del sadhu è quello di pensare alle persone materialiste sviate. Fanno sempre progetti come alleviare la gente dalla sofferenza. Questo è il sadhu. Lokānāṁ Hita-kāriṇau. Sadhu, non che "ho cambiato il mio vestito in modo tale, e la gente per sentimento mi daranno roti, cosi posso mangiare e dormire." quello non è un sadhu. Sadhu... Bhagavan Kṛṣṇa, dice chi è un sadhu. Api cet su-durācāro bhajate mam ananya-bhak sādhur eva sa mantavyaḥ (BG 9.30). Questo è sadhu. Chi ha interamente dedicato la sua vita per Kṛṣṇa, egli è un sadhu. Anche se lui ha delle brutte abitudini... Cattive abitudini, un sadhu non può avere cattive abitudini, perchè se lui è un sadhu, se all'inizio ci sono delle brutte abitudini, quello sarà rettificato. Śaṣvad bhavati Dharmatma. Kṣipraṁ bhavati Dharmatma śaśvac-chāntiṁ nigacchati. Se lui è in realtà un sadhu, le sue cattive abitudini saranno corrette al più presto, molto presto, non che continua con le sue cattive abitudini ed è un sadhu. Questo non può essere. Quello non è un sadhu. Forse a causa delle sue abitudini passate, egli potrebbe aver commesso qualche errore. Che può essere scusato. Ma se, in nome di Sadhu diventa una persona liberata, e continua a fare un sacco di assurdità, lui è un imbroglione. Lui non è un sadhu. Api cet su-durācāro. Cet, Yadi, se, per caso, è possibile. Ma se aderisce alla coscienza di Kṛṣṇa, allora kṣipraṁ bhavati Dharmatma śaśvac-chāntiṁ nigacchati. All'inizio si possono fare degli errori, ma dobbiamo vedere se i miei errori ora sono stati rettificati. Dobbiamo essere vigilanti. Mai fidarsi della mente. Questa è l'istruzione. Non dovremmo fidarci della mente. Il mio Guru Maharaj usava dire che "Dopo essersi svegliati dal sonno, di prendere la scarpa e colpire la mente cento volte. Questo è il tuo primo affare. E mentre vai a letto, prendi il manico della scopa e colpisci la mente cento volte. Allora diventa possibile controllare la mente. Altrimenti è molto difficile. " Quindi questo è..."

Questo pestaggio con le scarpe e il manico della scopa è anche un altro tapasya.-austerità- Per uomini come noi, che non abbiamo il controllo della mente, dovremmo praticare questo tapasya, colpire la mente con la scarpa e il manico della scopa. Allora può essere controllata. E Swami significa colui che ha il controllo della mente. Vaco-vegam, krodha-vegam, udara-vegam, upastha-vegam, Manasa-vegam, krodha-vegam, Etan vegan yo viṣaheta dhīraḥ pṛthivīṁ SA śiṣyāt (NOI 1). Questa è l'istruzione di Rupa Gosvami. Quando siamo in grado di controllare Vaco-vegam... Questo è krandana-vegam. (Ride) Non riescono a controllarsi...Non si controllano. Perciò sono dei bambini. Il bambino può essere scusato, ma una persona che pratica la vita spirituale, e non riesce ha controllarsi, allora non ha speranza. Poi lui è senza speranza. Questo dovrebbe essere controllato. Vaco-vegam, krodha-vegam, udara-vegam, upastha vegam. Ma la cosa più importante è udara-vegam e jihvā-vegam. Jihvā-vegam, è molto controllato. Bhaktivinoda Thakura ha detto che "Tutti i sensi sono lì, ma fra tutti i sensi, la jihvā- la lingua- è molto pericolosa. " Tā'ra madhye jihvā ati lobhamoy sudurmati tā'ke Jeta Kathina saṁsāre." È molto, molto difficile controllare la lingua.