IT/Prabhupada 0144 - Questa Si Chiama Maya

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Questa Si Chiama Maya
- Prabhupāda 0144


Sri Isopanisad, Mantra 2-4 -- Los Angeles, May 6, 1970

prakṛteḥ kriyamāṇāni
guṇaiḥ karmāṇi sarvaśaḥ
ahaṅkāra-vimūḍhātmā
kartāham iti manyate
(BG 3.27)

Kṛṣṇa si prende personalmente cura dei suoi devoti. E maya- illusione- si prendere cura degli essere viventi ordinari. Maya è anche un agente di Kṛṣṇa. Proprio come i buoni cittadini, il governo si prende cura di loro direttamente, e il governo si prende anche cura dei criminali attraverso il dipartimento di detenzione. Loro vengono assistiti attraverso il dipartimento di detenzione. Nella prigione il governo si prende cura dei prigionieri senza trovarsi a disagio. Gli danno cibo a sufficienza, e se si ammalano li curano all'ospedale, si prendono cura, ma sotto correzione. Allo stesso modo, noi in questo mondo materiale, siamo certamente stati presi in cura, ma in un modo punitivo. Se fate questo, vi prendete uno schiaffo. Se fate questo, poi calci. Se fate questo, poi questo... Ciò sta accadendo. Questa si chiama triplice sofferenza. Ma sotto l'incantesimo di Maya pensiamo che questi calci di Maya, questi schiaffi di Maya, queste botte di Maya sono molto belli. Vedete? Questo si chiama maya. E non appena adottate la coscienza di Kṛṣṇa, poi Kṛṣṇa si prende cura di voi. Aham tvam sarva-pāpebhyo mokṣayiṣyāmi mā śucaḥ (BG 18.66). Kṛṣṇa, non appena vi arrendete, la parola immediata di Kṛṣṇa è: “mi prendo cura di voi. Io ti salverò da tutti, da ogni reazione peccaminosa." Abbiamo molte reazioni peccaminose da subire nella nostra vita, in questo mondo materiale, vita dopo vita. E non appena vi arrendete a Kṛṣṇa, immediatamente Kṛṣṇa si prende cura di voi, lui gestisce e regola tutte le reazioni peccaminose. Aham tvam sarva-pāpebhyo mā śucaḥ. Kṛṣṇa dice: "Non esitare." Se pensate che "Oh, ho commesso così tante attività peccaminose. Come farà Kṛṣṇa a salvarmi?" No. Kṛṣṇa è onnipotente. Lui ti può salvare. Il vostro lavoro è di arrendervi a Lui, e senza alcuna riserva, dedicate la vostra vita al suo servizio, e quindi sarete salvati.