IT/Prabhupada 0147 - Il Riso Ordinario Non è Chiamato "Riso Superiore"

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Il Riso Ordinario Non è Chiamato "Riso Superiore"
- Prabhupāda 0147


Lecture on BG 7.1 -- Hong Kong, January 25, 1975

I devoti sanno che c'è Dio, ed Egli è Bhagavān. Dio è chiamato Bhagavān, pertanto qui è detto... La Bhagavad-gītā è stata enunciata da Kṛṣṇa, lo sanno tutti. Ma in alcune parti della Bhagavad-gītā viene descritto come: bhagavān uvāca. Bhagavān e Kṛṣṇa sono la stessa persona. kṛṣṇas tu bhagavān svayam (SB 1.3.28). Bhagavān. Vi è una definizione della parola bhagavān.

aiśvaryasya samagrasya
vīryasya yaśasaḥ śriyaḥ
jñāna-vairāgyayoś caiva
ṣaṇṇāṁ bhaga itīṅganā
(Viṣṇu Purāṇa 6.5.47)

Bhaga. Capiamo la parola bhāgyavān, bhāgya. bhāgya, bhāgyavān, questa parola viene da bhaga. bhaga significa opulenza. Opulenza significa ricchezza. Come un uomo può essere opulento? Se lui ha soldi, se ha intelligenza, se possiede la bellezza, se ha una buona reputazione, se ha conoscenza, se è rinunciato. Questo è il significato di bhagavān.

Quindi, quando noi diciamo “Bhagavān,” questo Bhagavān, il Parameśvara... Īśvara, Parameśvara; Ātmā, Paramātmā; Brahman, Para-brahman; ci sono due termini. Uno è ordinario, e l'altro è parama, supremo. Proprio come cucinando possiamo cucinare diverse varietà di riso. C'è il riso. Ci sono una varietà di nomi: anna, paramānna, puṣpānna, kicoranna, tipo questi. L'anna superiore si chiama paramānna. “parama” significa supremo. Anna, il riso, c'è, ma è diventato supremo. Il riso ordinario non è chiamato riso superiore anche se quello è riso. E quando si prepara il riso con kṣīra, cioè latte, e altri ingredienti gustosi, si chiama paramānna. Allo stesso modo, i sintomi dell'entità vivente e Bhagavān sono praticamente gli stessi. Bhagavān. Noi abbiamo questo corpo, Bhagavān ha un corpo. Anche Bhagavān è un essere vivente, e anche noi siamo esseri viventi. Bhagavān ha energia creativa e anche noi abbiamo energia creativa. Ma la differenza, è che Lui è molto grande. eko yo bahūnāṁ vidadhāti kāmān. Quando Bhagavān crea questo intero universo, Egli non richiede l'aiuto di nessuno. Egli crea il cielo. Dal cielo viene il suono; dal suono viene l'aria; dall'aria viene il fuoco; dal fuoco viene l'acqua, e dall'acqua la terra.