IT/Prabhupada 0149 - Il Movimento Per la Coscienza di Krishna Intende Trovare il Padre Supremo

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Il Movimento Per la Coscienza di Krishna Intende Trovare il Padre Supremo
- Prabhupāda 0149


Tenth Anniversary Address -- Washington, D.C., July 6, 1976

Quindi questo movimento per la coscienza di Kṛṣṇa significa scoprire chi è il padre supremo. Il Padre Supremo. Questo è lo scopo di questo movimento. Se non sappiamo chi è nostro padre, questa non è una posizione molto buona. Almeno in India, è usanza, se qualcuno non riesce a dire il nome di suo padre, lui non viene considerato molto rispettabile. Il sistema in tribunale è di scrivere il tuo nome, è anche obbligatorio scrivere il nome di tuo padre. Questo lo fanno in indiana, il sistema vedico, e il nome, il proprio nome, il nome di suo padre, e il nome del Villaggio. Questi tre combinati insieme. Penso che questo sistema può essere prevalente in altri paesi, ma in India, questo è il sistema. Il primo nome è il suo nome, il secondo nome è il nome di suo padre, e il terzo nome è il villaggio, o del paese in cui è nato. Questo è il sistema. Così il padre di..., dobbiamo conoscere il padre. Questo è il movimento per la coscienza di Kṛṣṇa. Se ci dimentichiamo di nostro padre, non va per niente bene. E che tipo di padre? Paraṁ brahma paraṁ dhāma (BG 10.12). Il più ricco. Non un padre povero che non riesce a nutrire i suoi figli. Non è quel tipo di padre. Eko yo bahūnāṁ vidadhāti Kaman. Quel padre è così ricco. Lui provvede alle necessità di milioni e milioni e miliardi di esseri viventi. In Africa ci sono centinaia di milioni di elefanti. Lui provvede alle loro necessità. E all'interno di una stanza c'è un buco, ci possono essere milioni di formiche. Egli provvede anche alle loro necessità. Eko yo bahūnāṁ vidadhāti Kaman. Nityo nityanam cetanas cetanānām (Katha Upaniṣad 2.2.13). Queste è l'informazione vedica.

Così, la vita umana è fatta per capire chi è il padre, qual è la sua legge, chi è Dio, qual è il nostro rapporto con lui. Questo è il Vedanta. Vedanta non significa parlare di qualche sciocchezza senza avere un rapporto con il padre. Śrama eva hi Kevalam. Se non sapete chi è vostro padre... dharmah svanuṣṭhitaḥ puṁsāṁ viṣvaksena-kathāsu Yah notpādayed yadi ratiṁ Srama eva hi Kevalam (SB 1.2.8) Questo non va bene. E Kṛṣṇa dice, vedaiś ca sarvair aham eva vedyaḥ (BG 15.15). Così, se diventate dei Vedantisti, questo è molto buono. All'inizio del Vedanta è detto che la Verità Assoluta è quella da cui tutto promana. Athāto brahma jijñāsā . Questo è l'inizio. Ora, la vita umana è fatta per comprendere la Verità Assoluta, jijnasa. Dobbiamo informarci che cos’è l'Assoluto. Questa è la vita umana, scoprire la Verità Assoluta. Così, il sutra successivo spiega subito che la Verità Assoluta è la sorgente di tutto. E che cos’è il tutto? Due cose troviamo: animati e inanimati. Esperienza pratica. Alcuni di loro sono animati, e altri sono inanimati. Due cose. Ora siamo in grado di ampliare le varietà. Che è un'altra cosa. Ma ci sono due cose. Quindi di queste due cose, vediamo che c'è un controllore al disopra di queste due cose, animato e inanimato. Quindi, ora dobbiamo chiederci qual è la fonte di queste due cose, animate e inanimate, qual è la posizione? La posizione viene spiegata nel Śrīmad-Bhāgavatam, janmādy asya yato 'nvayād itarataś cārtheṣv abhijñaḥ (SB 1.1.1). Questa è la spiegazione.

La fonte originale di tutto è abhijñaḥ. Come? Anvayād itarataś cārtheṣu. Se ho creato qualcosa, io so tutto, tutti i dettagli. Anvayād, direttamente o indirettamente, lo so. Se io produco qualcosa... Supponiamo che io so come cucinare qualcosa di speciale, allora, questo significa che conosco tutti i dettagli come farlo. Questa è l'origine. Quindi, questa origine è Kṛṣṇa. Kṛṣṇa dice, vedāhaṁ samatītāni: (BG 7.26) "Io So tutto - passato, presente e futuro.” Mattah Sarvam pravartate. Aham Adir hi Devanam (Bg 10.2). Secondo la teoria della creazione... Non è una teoria, ma è un dato di fatto. Brahma Visnu Mahesvara. Quindi questi sono i deva-esseri celesti- principali. Così Visnu è l'originale. Aham Adir hi Devanam. La creazione, prima Maha-Visnu, poi da Maha-Visnu viene Garbhodakasayi Visnu. Da Garbhodakasayi Visnu viene Ksirodakasayi Visnu, e dall'espansione di Visnu, viene Brahma . Brahma nasce da Garbhodakasayi Visnu dal fiore di loto, poi lui dà nascita a Rudra. Questa è la spiegazione della creazione. Così Kṛṣṇa dice aham adir hi Devanam È anche all'origine di Visnu perché, da śāstra diciamo, kṛṣṇas tu Bhagavân svayam (SB 1.3.28). La Persona Suprema e originale è Kṛṣṇa. E la prima espansione di Kṛṣṇa è Baladeva. Poi da Lui questo Catur-vyuha, Vasudeva, Sankarsana, Aniruddha, in quel modo. Poi Narayana. Da Narayana, il secondo Catur-vyuha, e dal secondo Catur-vyuha, Sankarsana, Maha-Visnu. In questo modo dovete imparare dagli sastra. Troverete che in realtà, come dicono gli śāstra, kṛṣṇas tu Bhagavân svayam. E Kṛṣṇa dice, aham adir hi devanam (Bg 10.2). aham sarvasya prabhavo mattah sarvam pravartate (BG 10.8). E Arjuna accetta, param brahma param Dhama pavitraṁ paramam Bhavan (BG 10.12). Quindi, dobbiamo accettare gli śāstra. Sastra-cakṣuṣāt: bisogna vedere con gli occhi degli śāstra. -scritture- E se imparate dagli śāstra, allora troverete kṛṣṇas tu Bhagavân svayam.

Quindi, questo movimento per la coscienza di Kṛṣṇa significa presentare alla società umana la Persona Suprema. Questo è il movimento per la coscienza di Krsna. Così abbiamo iniziato questo movimento nel 1966, registrandolo. Il nostro Rupanuga Prabhu ha già spiegato. Quindi prendete molto sul serio questo movimento. Krsna stesso lo ha iniziato questo movimento, cinque mila anni fa, questo è un fatto storico. Egli ha iniziato questo movimento con Arjuna, facendo di lui il Suo primo discepolo. Poi Mahaprabhu, 500 anni fa, ha ravvivato di nuovo lo stesso movimento. Egli è Kṛṣṇa stesso. E questo sta accadendo. Non dovete pensare che questo è un movimento inventato. No. È un movimento autorizzato, questo è confermato dalle autorità. Mahājano yena gatah sa panthāḥ (CC Madhya 17,186). Ci sono i mahajana -autorità- menzionati negli śāstra. Quindi, cercate di essere stabile nel movimento per la coscienza di Kṛṣṇa, e cercate di capire Kṛṣṇa. Abbiamo tante letterature, letteratura autorizzata. E rendete la vostra vita un successo. Grazie mille.