IT/Prabhupada 0153 - Una Iintelligenza è Provata Dal Contributo Letterario

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Un Intelligenza è Provata Dal Contributo Letterario
- Prabhupāda 0153


Interview with Newsweek -- July 14, 1976, New York

Intervistatore: Potresti andare oltre ciascuna delle tre funzioni che stavate citando - mangiare, dormire e sesso, e dirmi che cosa specificamente, quale regole o suggerimenti si dovrebbero dare alla gente, coloro che sono alla ricerca dell'illuminazione spirituale. Cercare di aiutarli nella loro vita in questo modo.

Prabhupada: Sì. Sì, cioè i nostri libri. Si tratta dei nostri libri. Abbiamo abbastanza cose da capire. Non è una cosa che capirete in un minuto.

Intervistatore: Capisco, dormire molto poco. dormite 3-4 ore per notte. Pensi che questo è quello che ogni persona deve realizzare spiritualmente per rendersi conto?

Prabhupada: Sì, lo vediamo dal comportamento dei Gosvami. Praticamente non avevano bisogni materiali. Questo mangiare, dormire, accoppiarsi e difendersi, praticamente loro non facevano nulla di simile. Loro erano semplicemente impegnati a fare affari per Krsna.

Intervistatore: Impegnati in che cosa?

Ramesvara: Kṛṣṇa attività, servono Dio.

Bali-Mardana: Egli è l'esempio pratico dei maestri spirituali che lo hanno preceduto.

Intervistatore: Beh, in quello ero interessata, sapere il motivo... lui diceva che 3-4 ore di sonno è abbastanza.

Bali-Mardana: In altre parole..., sta chiedendo perché è 3-4 di sonno sono abbastanza per te. Come avete raggiunto questo standard?

Prabhupada: non è fatto artificialmente. Di più ci impegnamo in attività spirituali, tanto più si diventa liberi dalle attività materiali. Questa è la prova.

Intervistatore: E così sei arrivato a questo...

Prabhupada: No, non parlo di me stesso, che è la prova. Bhaktiḥ pareśānubhavo viraktir anyatra syat (SB 11.2.42). Se fate avanzamento nella bhakti, nella vita spirituale, allora diventate disinteressati alla vita materiale.

Intervistatore: Pensi che ci sia una differenza tra i vari popoli del mondo? In altre parole, pensi che gli indiani rispetto agli europei sono più inclini, o sono più portati alla coscienza di Krsna?

Prabhupada: No, qualsiasi uomo intelligente può diventare coscienti di Kṛṣṇa. Quello l'ho già spiegato, a meno che una persona è molto intelligente, non può adottare la coscienza di Kṛṣṇa. Così è aperto a tutti. Ma ci sono diversi gradi di intelligenza. In Europa, in America, sono intelligenti, ma la loro intelligenza viene utilizzata per scopi materiali. E in India l'intelligenza viene utilizzata per scopi spirituali. Quindi, troverete tanti diversi livelli di standard di vita spirituale, libri e letteratura. Proprio come Vyasadeva. Vyasadeva era anche un capofamiglia, ma viveva nella foresta, vedete, ha dato un grande contributo, la letteratura. Nessuno può neanche immaginarlo. Così, attraverso il suo contributo letterario, l'intelligenza viene messa alla prova. Tutti i grandi, grandi uomini del mondo materiale, scienziati, filosofi, anche tecnici, sono riconosciuti dai loro scritti, per il loro contributo, non per il loro corpo gigantesco.