IT/Prabhupada 0195 - Forte nel Corpo, Forte nella Mente, Forte nella Determinazione

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Forte nel Corpo, Forte nella Mente, Forte nella Determinazione - Prabhupāda 0195


Lecture on SB 7.6.5 -- Toronto, June 21, 1976

Pradyumna: —Traduzione: "Pertanto, durante l'esistenza materiale , bhavam āśritah una persona pienamente competente a distinguere il giusto dall'errore, deve sforzarsi di raggiungere il più alto scopo della vita, fintanto che il corpo è robusto e forte, e non è ridotto alla fine".

Prabhupāda:

tato yateta kuśalaḥ
kṣemāya bhavam āśritaḥ
śarīraṁ pauruṣaṁ yāvan
na vipadyeta puṣkalam
(SB 7.6.5)

Quindi questa dovrebbe essere l'attività umana: sarīram paurusam yavan na vipadyeta puskalam. Finché siamo robusti e forti e siamo in grado di lavorare molto bene, e la salute è a posto, approfittiamone di ciò. Il Movimento per la Coscienza di Krishna non è per individui pigri. No. È pensato per l'uomo forte: forte nel corpo, forte nella mente, forte in determinazione - tutto forte - forte nel cervello. È pensato per loro. Perché dobbiamo mettere in atto la meta più alta della vita. Purtroppo, non si sa che cosa è il più alto scopo della vita. Oggigiorno ,... non proprio oggigiorno, ma sempre... e ora è molto evidente: la gente non sa che cosa è lo scopo della vita. Chiunque sia in questo mondo materiale, è in Maya; significa che non sa quel è lo scopo della vita. na te viduh, loro non sanno, svārtha-gatim hi visnu. svārtha-gati: ognuno si suppone sia attento a proprio interesse. Il proprio interesse è la prima legge della natura, dicono. Ma non sanno qual è il proprio interesse. Lui, invece di tornare a casa, da Dio - che è il suo vero interesse - sta per diventare un cane nella prossima vita. È questo interesse personale? Ma loro non lo sanno. Come le leggi della natura stanno funzionando, non lo sanno: na te viduh. adānta-gobhir viśatām tamisram matir na krsne paratah svato vā.

matir na kṛṣṇe parataḥ svato vā
mitho 'bhipadyeta gṛha-vratānām
adānta-gobhir viśatāṁ tamisraṁ
punaḥ punaś carvita-carvaṇānām
(SB 7.5.30)

E, la coscienza di Krishna... matir na krsne: le persone sono molto riluttanti a diventare coscienti di Krishna. Perché? matir na krsne paratah svato vā. Per le istruzioni di altri. proprio come stiamo cercando di diffondere la coscienza di Krishna in tutto il mondo: paratah, svato. svato significa personalmente. Con lo sforzo personale. Proprio come ora sto leggendo la Bhagavad-gita o Śrīmad-Bhāgavatam e altra letteratura vedica. Così, matir na krsne paratah svato va. mitho va. mitho va significa "consultando". Oggi è una cosa molto popolare tenere conferenze. Quindi non si può diventare coscienti di Krishna; né per il proprio sforzo, né su consiglio di qualcun altro, o tenendo grandi, grandi conferenze. Perché? grha-vratānām: perché il suo vero scopo della vita è che "Io devo rimanere in questa casa." grha-vratānām. grha significa vita di famiglia, grha significa questo corpo, grha significa questo universo... Ci sono così tanti grha, grandi e piccoli.