IT/Prabhupada 0201 - Come Fermare la Tua Morte

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Come Fermare la Tua Morte - Prabhupāda 0201


Lecture on CC Madhya-lila 20.102 -- Baltimore, July 7, 1976

Quindi noi cerchiamo la conoscenza, ma così tante cose ci sono sconosciute. Perciò Sanatana Gosvami ci insegna col suo esempio diretto ad avvicinare il maestro spirituale, evidenziando il proprio caso: "Sto soffrendo così tanto". Era un ministro così ben situato e non aveva quindi motivo di soffrire. Come aveva già spiegato: gramya-vyavahāre pandita, tai satya kari mani "Ci sono così tante domande alle quali non so rispondere. Non c'è una soluzione. Eppure, la gente dice che sono un uomo molto erudito - e io lo accetto stupidamente". Nessuno è veramente erudito se non avvicina il guru. tad-vijñānārthaṁ sa gurum evābhigacchet (MU 1.2.12) Pertanto l'ingiunzione vedica afferma: se vuoi essere erudito devi andare dal guru, da un guru autentico e non da un "cosiddetto" guru.

tad viddhi praṇipātena
paripraśnena sevayā
upadekṣyanti te jñānaṁ
jñāninas tattva-darśinaḥ
(BG 4.34)

Guru, significa che ha visto la Verità Assoluta. Questo è il guru. tattva-darsinah, tattva significa la Verità Assoluta e darsinah, chi ha visto. Quindi questo movimento, il nostro Movimento per la Coscienza di Krishna, serve a questo scopo, per vedere la Verità Assoluta, per comprendere la Verità Assoluta, conoscere i problemi della vita e risolverli. Questo è il nostro oggetto di studio. Il nostro soggetto non comprende cose materiali, non è che e in un modo o nell'altro avere una macchina, una bella casa e una buona moglie risolva tutti i i problemi. No. Questa non è la soluzione dei problemi. Il vero problema è come fermare la tua morte. Questo è il vero problema. Ma poiché è un argomento molto difficile, nessuno lo affronta. "Oh, morte - fammi morire pacificamente!" Ma nessuno muore in pace. Se prendo un coltello e gli dico: "Ora muori in pace" (risate) tutta quella pace cesserà immediatamente. E lui piangerà. Quindi queste sono sciocchezze, se qualcuno dice: "Io morirò in pace." Nessuno muore pacificamente, non è possibile. Perciò la morte è un problema. E anche la nascita è un problema. Nessuno è tranquillo mentre si trova nel grembo della madre. È impacchettato, in una condizione ermetica. E al giorno d'oggi vi è anche il rischio di essere uccisi. Quindi non c'è questione di tranquillità. Nascita e morte. E poi la vecchiaia. Proprio come per me, che sono vecchio e ho così tanti acciacchi... La vecchiaia. E la malattia, ognuno ne ha esperienza. Anche un mal di testa è sufficiente a darti problemi. Il vero problema è questo: nascita, morte, vecchiaia e malattia. Questa è la dichiarazione fatta da Krishna: "janma-mrtyu-jara-vyadhi duhkha-doṣānudarśanam (BG 13.9). Se siete intelligenti dovreste considerare molto seriamente questi quattro problemi della vita.

Siccome non hanno conoscenza, evitano questo tipo di domande. Ma noi invece le prendiamo in considerazione molto seriamente. Questa è la differenza tra gli altri movimenti e il Movimento per la Coscienza di Krishna. Il nostro movimento è fatto per risolvere questi problemi.