IT/Prabhupada 0274 - Noi Apparteniamo Alla Brahma-sampradaya

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Noi Apparteniamo Alla Brahma-sampradaya -
Prabhupāda 0274


Lecture on BG 2.7 -- London, August 7, 1973

Dobbiamo avvicinarci alla Persona Suprema, ciò significa a Krishna o il Suo rappresentante., tutti gli altri sono mascalzoni e stupidi. Se ci si avvicina a una persona, un guru, che non è rappresentativo di Krishna, ci si sta avvicinando a un mascalzone. Come sarete illuminati? È necessario avvicinare Krishna, o il Suo rappresentante. Questo ci vuole. Tad vijñānārthaṁ sa gurum eva abhigacchet (MU 1.2.12). Quindi, chi è il guru? samit-pāṇiḥ śrotriyaṁ brahma-niṣṭham Un guru è pienamente cosciente di Krishna. brahma-niṣṭham. E anche śrotriyam. śrotriyam significa: che ha sentito, che ha ricevuto la conoscenza attraverso śrotriyaṁ paṭha, ascoltando un'autorità superiore. evaṁ paramparā-prāptam imaṁ rājarṣayoḥ viduḥ (BG 4.2). Quindi, qui, abbiamo da imparare da Arjuna che quando siamo perplessi, quando ci dimentichiamo il nostro vero dovere, e quindi siamo perplessi, allora il nostro dovere è quello di avvicinarci a Krishna, come sta facendo Arjuna. Quindi, se dici: "Dov'è Krishna?" Krishna non c'è, ma il rappresentante di Krishna c'è. Tu dovresti avvicinarti a lui, questa è l'ingiunzione vedica. tad-vijñānārthaṁ sa gurum eva abhigacchet (MU 1.2.12) Bisogna avvicinarsi a un guru, e per guru originario s'intende Krishna. tene brahma hṛdā ya ādi-kavaye muhyanti yat sūrayaḥ (SB 1.1.1) janmādyasya yataḥ anvayāt itarataś ca artheṣu abhijñaḥ svarāt Ci si deve avvicinare. Questo è il guru. Quindi consideriamo, prendiamo Brahmā. Siccome è la prima creatura all'interno di questo universo, viene accettato come guru. Egli insegna, come a noi, che apparteniamo alla Brahmā-sampradāya. Ci sono quattro sampradāya, Brahmā-sampradāya, Śrī-sampradāya, Rudra-sampradāya e Kumāra-samapradāya. Sono tutti mahājana. mahājano yena gatah sa panthāḥ (CC Madhya 17.186). Dobbiamo accettare la linea di azione che viene data dai mahājana.

Così Brahmā è un mahājana. Troverete immagini di Brahmā con i Veda in mano. Lui ha dato i primi insegnamenti dei Veda. Ma da dove ha ottenuto la conoscenza vedica? Per questo la conoscenza vedica è apauruṣeya: non è fatta dall'uomo, è fatta da Dio. dharmam tu sākṣād bhagavat-praṇītam (SB 6.3.19) Quindi, come, Dio, Krishna, l'ha data a Brahmā? tene brahma hṛdā. brahma, brahma significa conoscenza Vedica. Śabda-brahma. tene. Ha iniettato conoscenza vedica da hṛdā -cuore-. teṣāṁ satata-yuktānāṁ bhajatāṁ pritī-pūrvakam (BG 10.10) Quando Brahmā è stato creato era perplesso: "Qual è il mio dovere? Tutto quanto è buio!". Allora ha meditato, e Krishna gli diede la conoscenza: "Il tuo compito è questo. Tu devi fare così". tene brahma hṛdā ya ādi-kavaye (SB 1.1.1). ādi-kavaye, Brahmā è ādi-kavaye. Quindi il guru in realtà è Krishna. E qui c'è Krishna, che sta impartendo la Bhagavad-gītā. Questi sciocchi mascalzoni non accetteranno Krishna come guru, andranno da qualcuno mascalzone, stupido e miscredente, un peccatore, e lo accetteranno come guru. Come può essere guru?