IT/Prabhupada 0284 - La Mia Natura è di Essere Subordinato

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

La Mia Natura è di Essere Subordinato - Prabhupāda 0284


Lecture -- Seattle, September 30, 1968

Questo Movimento per la Coscienza di Krishna è molto semplice. Molto semplice. E' stato inaugurato espressamente da Sri Caitanya Mahāprabhu, sebbene sia molto antico, è nelle Scritture vediche, ma tuttavia, dal punto di vista storico, questo Movimento per la Coscienza di Krishna c'è da quando Sri Krishna apparve sulla superficie di questo pianeta 5.000 anni fa; e più tardi, Sri Caitanya, cinquecento anni fa, ha ampliato quel Movimento per la Coscienza di Krishna. La Sua missione, la missione di Sri Caitanya, è ārādhyo bhagavān vrajeśa-tanayaḥ. Se vuoi amare, o se si vuole essere subordinati... Ognuno è subordinato. Questo è falso. Tutti vogliono essere indipendenti, ma nessuno è indipendente. Ognuno è subordinato. Nessuno può dire: "Io sono indipendente". Si può dire, uno di voi, che siete indipendenti? C'è qualcuno? No. Ognuno è subordinato, volentieri. Non con la forza. Ognuno è subordinato. Una ragazza dice a un ragazzo: "Voglio diventare subordinata a te", volentieri. Allo stesso modo un ragazzo dice ad una ragazza: "Voglio essere il tuo subordinato". Perché? Questa è la mia natura. Voglio essere subordinato, perché la mia natura è di essere subordinato. Ma non ne sono consapevole. Io preferisco respingere questa subordinazione; accetto un'altra subordinazione. Ma la subordinazione c'è. Proprio come un lavoratore: lavora qui, trova un miglior salario in un altro luogo, si reca lì. Ma questo non significa che diventa indipendente. Egli è subordinato. Così Sri Caitanya insegna che se si vuole essere subordinati o se si vuole adorare qualcuno... Chi adora qualcuno? A meno che non sentiate che qualcuno è più grande di voi, perché rendergli culto? Io adoro il mio capo perché penso che lui sia superiore a me. Lui mi dà un salario, uno stipendio, seicento dollari mensili, perciò devo adorarlo, lo devo compiacere.

Per cui Caitanya Mahāprabhu ha detto di diventare un subordinato di Krishna. ārādhyo bhagavân vrajeśa-tanayaḥ Se vuoi adorare, adora Krishna. E poi tad-dhāmaṁ vṛndāvanam. Se vuoi adorare qualcuno, allora ama Krishna o adora Krishna, o la Sua dimora, Vṛndāvana. Perché tutti vogliono amare qualche posto. Questo è ora il nazionalismo, un certo Paese. Qualcuno dice: "Amo questa terra americana". Qualcuno dice: "Io amo questa terra cinese". Qualcuno dice: "Io amo la terra russa". Così tutti vogliono amare alcune terre. bhauma ijya-dhīḥ. Le persone sono naturalmente inclini ad amare una terra materiale, in genere, si cerca di amare dove si è nati. Mahaprabhu ha detto:"Siccome siete inclini ad amare una persona, amate Krishna, Poiché si vuole amare una terra, amate Vṛndāvana". ārādhyo bhagavān vrajeśa-tanayas tad-dhāma vṛndāvanam Ma se qualcuno dice: "Come amare Krsna? Non riesco a vedere Krishna. Come amare Krishna?" Allora Caitanya Mahāprabhu dice: ramyā kācid upāsanā vrajavadhū-vargeṇa yā kalpitā Se volete imparare, se volete sapere, il metodo per adorare Krishna, o amare Krishna, cercate solo di seguire le orme delle gopī. gopī. Le Gopi, il loro amore, la più alta perfezione dell'amore. ramyā kācid upāsanā. Ci sono diversi tipi di amore o di culto in tutto il mondo. L'inizio è: "O Dio, dacci il nostro pane quotidiano". Questo è l'inizio. Quando abbiamo imparato ad amare Dio, veniamo istruiti che: "Vai al tempio, vai in chiesa, e prega Dio per le tue necessità, per i tuoi peccati". Questo è l'inizio. Ma questo non è l'amore puro. L'amore puro, la perfezione dell'amore puro, si trova nelle gopī. Questo è l'esempio.

Come, come amano Krsna? Amano Krishna. Krishna è andato a... Krishna era figlio di un pastore, e con i Suoi amici, ragazzi figli di altri pastori, era solito andare con le Sue mucche nelle terre di pascolo per tutto il giorno. Questo era il sistema. Perché la gente a quei tempi era soddisfatta con la terra e le mucche, tutto qua. Questa è la soluzione ai problemi economici. Non erano industrializati, non erano servi di nessuno. Semplicemente prendevano la produzione della terra e il latte dalle mucche, e l'intero problema alimentare veniva risolto.