IT/Prabhupada 0285 - Il Solo Oggetto d'Amore è Krishna e la Sua Terra Vrindavana

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Il Solo Oggetto d'Amore è Krishna e la Sua Terra Vrindavana - Prabhupāda 0285


Lecture -- Seattle, September 30, 1968

Krishna andava nei pascoli, e le gopī a casa. Loro erano ragazze o donne, A donne o ragazze non era permesso lavorare. Questo è il sistema Vedico. Loro dovrebbero rimanere a casa, e dovrebbero essere sotto la protezione dal padre, dal marito o dei figli maggiori. Non si riteneva che uscissero, quindi rimanevano a casa. Ma Krishna era, diciamo, a miglia di distanza, nel terreno dei pascoli, e le gopīa a casa pensavano: "Oh, i piedi di Krishna sono così morbidi, ora sta camminando su terreni accidentati, i sassolini pungeranno i Suoi piedi, sentirà un po' di dolore". Pensavano in questo e piangevano. Krishna è a miglia di distanza e, quel che prova Krishna, semplicemente, anche loro stesse, pensano a quella sensazione: "Krishna può sentirsi così". Questo è l'amore. Questo è l'amore. Loro non chiedono a Krishna: "Caro Krishna, che cosa hai portato dai Tuoi pascoli? Come è la Tua tasca? Fammi vedere". No. Semplicemente pensano a Krishna, a come Krishna sarà soddisfatto. Si vestivano per andare davanti a Krishna, con un bel vestito, "Oh, Lui sarà felice di guardare". In generale, un ragazzo o un uomo diventa felice vedendo la sua amata o la moglie ben vestita, tant'è che è nella natura della donna vestirsi in modo carino. Secondo il sistema vedico, una donna dovrebbe vestire molto bene solo per soddisfare il marito. Questo è il sistema Vedico. Se il marito non è in casa, allora non dovrebbe vestire bene. Ci sono ingiunzioni. proṣita bhartṛkā. Ci sono diversi abiti da donna. Vedendo l'abito uno capirà chi è lei. Si può capire vedendo il vestito che lei è una ragazza nubile; si può vedere, semplicemente dal vestito, che lei è una moglie sposata; si può vedere dal vestito che lei è vedova. Si può vedere dal vestito che è una prostituta. Quindi il vestito è assai importante. Perciò proṣita bhartṛkā. Non stiamo discutendo del sociale, stiamo discutendo degli amori di Krishna. Tra Krishna e le gopī, il rapporto era così intimo e così puro che Krishna stesso ammise: "Care gopī, non è in Mio potere risarcire il vostro amore". Krishna è il Signore Supremo, ma andò in bancarotta, "Care gopī, non è possibile per Me ripagare i debiti generati dal vostro amore". Questa è la più alta perfezione dell'amore. ramya kācid upasana vrajavadhū.

Sto solo descrivendo la missione di Sri Caitanya. Lui ci sta indicando la Sua missione, che l'unico oggetto d'amore è Krishna con la Sua terra di Vṛndāvana. E il metodo per amare Lui è il vivido esempio delle gopī, che nessuno può raggiungere. Ci sono diversi livelli di devoti, e le gopī si suppone siano sulla piattaforma più alta, e tra tutte le gopī, la suprema è Rādhārāṇī. Quindi nessuno può superare l'amore di Rādhārāṇī. ramyā kācid upāsanā vrajavadhū-vargeṇa yā kalpitā śrīmad-bhāgavatam amalaṁ purāṇam. Ora per imparare ciò, tutta questa scienza dell'amore Dio, ci deve essere qualche libro, qualche letteratura autorevole. Sì. Caitanya Mahāprabhu dice: śrīmad-bhāgavatam amalaṁ purāṇam. Lo Śrīmad-Bhāgavatam, è la descrizione immacolata della comprensione di come amare Dio. Non c'è altra descrizione. Fin dall'inizio insegna come amare Dio. A coloro che hanno studiato lo Śrīmad-Bhāgavatam, il primo verso del Primo Canto dice: janmādy asya yataḥ, satyaṁ paraṁ dhīmahi (SB 1.1.1) All'inizio dice: "Io offro la mia devozione pura al Supremo, da cui tutto emana". janmādy asya yataḥ. Quindi, si tratta di una, si sa, una grande descrizione. Ma, lo Śrīmad-Bhāgavatam... Se volete imparare ad amare Dio, o Krishna, allora studiate lo Śrīmad-Bhāgavatam, E per capire lo Śrīmad-Bhāgavatam, lo studio preliminare è la Bhagavad-gītā. Quindi studiare la Bhagavad-gītā per capire la vera natura, o l'identificazione di Dio e voi stessi e il vostro rapporto, e poi, quando si è un poco competenti, quando si è preparati, quando "Sì, Krishna è l'unico oggetto d'amore", allora come libro successivo si prende, lo Śrīmad-Bhāgavatam. E si va avanti. La Bhagavad-gītā così com'è, è l'entrata. Proprio come gli studenti, che superano il loro esame di scuola e poi vanno al college, così si passa l'esame su come amare Dio studiando 'La Bhagavad-gītā così com'è'. Poi si studia lo Śrīmad-Bhāgavatam, e ciò corrisponde agli studi universitari. E quando si è ulteriormente più avanzati, post-laurea, allora si studiano gli insegnamenti di Sri Caitanya.