IT/Prabhupada 0399 - Spiegazione di "Sri Nama, Gay Gaura Madhur Sware"

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Spiegazione di "Sri Nama, Gay Gaura Madhur Sware"
- Prabhupāda 0399


Purport to Sri Nama, Gay Gaura Madhur Sware -- Los Angeles, June 20, 1972

gāy gauracand madhu sware. Questa è una canzone cantata da Bhaktivinoda Ṭhākura. Egli dice che Sri Caitanya, Gaura, Gaura significa Sri Caitanya, Gaurasundara 'dalla carnagione chiara, gāy gauracand madhur sware: "Con voce dolce Egli canta il mahā-mantra Hare Krishna, Hare Krishna, Krishna Krishna, Hare Hare/Hare Rama, Hare Rama, Rama Rama, Hare Hare".

Sta cantando in un canto dolcissimo ed è nostro dovere seguire le Sue orme e cantare il mahā-mantra. Così Bhaktivinoda Ṭhākura consiglia: gṛhe thāko, vane thāko, sadā 'hari' bole' ḍāko. gṛhe thāko indica che si può rimanere a casa propria come capofamiglia oppure si può stare nella foresta nell'ordine di rinuncia, non fa differenza; ma si deve cantare il mahā-mantra, Hare Krishna. gṛhe vane thāko, sadā 'hari' bole' ḍāko: "Cantare sempre questo mahā-mantra". sukhe duḥkhe bhulo nā'ko: "Mai dimenticare il canto, sia nel pericolo che nella felicità". vadane hari-nāma koro re. Per quel che concerne il canto non ci può essere alcuna regola perché, in qualsiasi condizione io possa essere, posso continuare a cantare questo mahā-mantra Hare Krishna, Hare Krishna, Krishna Krishna, Hare Hare/Hare Rama, Hare Rama, Rama Rama, Hare Hare.

Così Bhaktivinoda Ṭhākura consiglia: "Non importa che tu sia in difficoltà o sia felice, ma continua a cantare questo mahā-mantra". māyā-jāle baddha ho'ye, ācho miche kāja lo'ye: "Sei intrappolato nella rete dell'energia illusoria". māyā-jāle baddha ho'ye, proprio come il pescatore cattura dal mare tutti i tipi di creature nella rete, allo stesso modo siamo anche noi nella rete dell'energia illusoria; e poiché non abbiamo libertà allora tutte le nostre attività sono inutili. Agire in libertà ha un qualche significato, ma quando non siamo liberi, poiché nelle grinfie di māya, nella rete di māya, allora la nostra cosiddetta libertà non ha alcun valore. Perciò qualunque cosa stiamo facendo è semplicemente sconfitta. Senza conoscere la nostra posizione costituzionale si è costretti a fare qualcosa sotto la pressione dell'energia illusoria, ed è semplicemente inutile spreco di tempo. Pertanto Bhaktivinoda Ṭhākura dice: "Ora, nella forma umana, avete piena consapevolezza. Quindi semplicemente cantare Hare Krsna, Rādhā-Mādhava, tutti questi Nomi. Non c'è perdita, ma grande profitto". jīvana hoilo śeṣa, nā bhajile hṛṣīkeśa. Gradualmente tutti sono in punto di morte; nessuno può dire: "Io resterò, mi fermerò per altri 100 anni". No, in ogni momento possiamo morire. Pertanto egli avivisa: jīvana hoilo śeṣa, "La nostra vita è alla fine, in qualsiasi momento, e non abbiamo potuto servire Hṛṣīkeśa, Krishna". bhaktivinodopadeśa. Pertanto Bhaktivinoda Ṭhākura consiglia: ekbār nām-rase māto re, "Vi prego di rimanere incantati", nām-rase, "dalla dolcezza del canto del Nome trascendentale. Immergetevi in questo oceano. Questa è la mia richiesta".