IT/Prabhupada 0404 - Prendete Questa Spada Della Coscienza di Krishna

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Prendete Questa Spada Della Coscienza di Krishna
- Prabhupāda 0404


Lecture on SB 1.2.16 -- Los Angeles, August 19, 1972

śuśrūṣoḥ. śuśrūṣoḥ śraddhadhānasya (SB 1.2.16). Coloro che sono impegnati con fede nell'ascolto, śraddhadhāna. ādau śraddhā. Senza fede non è possibile fare alcun progresso. Questo è l'inizio della vita spirituale: ādau śraddhā. "Oh, ecco, qui c'è la coscienza di Krishna; è molto piacevole. Predicano bene". La gente dopotutto loda le nostre attività. Se manteniamo il nostro standard allora potranno apprezzare. Ciò è chiamato śraddhā. Questo apprezzamento è chiamato śraddhā, śraddhadhānasya. Anche se uno non si unisce e dice: "Oh, è molto bello; queste persone sono buone". A volte, sui giornali, dicono: "Questi Hare Krishna sono buoni. Ne vogliamo di più". Lo dicono. Anche questo apprezzamento è un'elevazione per loro. Se non ne sentono non vengono, semplicemente dicono: "E' 'molto bello, sì". Proprio come i bambini piccoli; anche un bambino apprezza cercando di stare in piedi coi suoi cembali. Apprezzamento. Fin dall'inizio della vita: "E' bello!". Che capisca o non capisca, non importa. Il semplice apprezzamento gli sta dando una goccia di vita spirituale. E' così bello. śraddhā. Se non sono contrari, semplicemente apprezzando: "Oh, stanno facendo bene!". Perciò sviluppo della vita spirituale significa sviluppo di questo apprezzamento, ecco tutto. Ma ci sono gradi di apprezzamento.

śuśrūṣoḥ śraddhadhānasya vāsudeva-kathā-ruciḥ. Nel verso precedente è stato spiegato: yad anudhyāsinā yuktāḥ (SB 1.2.15). Uno deve essere impegnato sempre a pensare che questa è la spada. Dovete prendere questa spada della coscienza di Krishna. Poi si diventa liberi. Il nodo viene tagliato da questa spada. Ora, come possiamo ottenere questa spada? Tale procedimento è descritto qui: semplicemente, con fede, provate ad ascoltare. Otterrete la spada. È tutto. In realtà, il nostro Movimento per la Coscienza di Krishna si sta diffondendo; stiamo ottenendo una spada dopo l'altra, semplicemente ascoltando. Ho iniziato questo movimento a New York. Voi tutti lo sapete. Non avevo in realtà alcuna spada. Proprio come in alcuni ordini religiosi, tengoono le Scritture religiose in una mano e nell'altra la spada: "Accettate questa Scrittura, altrimenti vi taglio la testa." Questo è un altro modo di predicare. Ma ho avuto anch'io la spada, ma non quel tipo di spada. Questa spada: dare la possibilità alle persone di ascoltare. Tutto qua.

vāsudeva-kathā-ruciḥ. Non appena si ottiene 'ruci', ruci significa gusto. "Ah, qui c'è Krishna che parla, molto bene. Fammi sentire". In questo modo si ottiene la spada, subito. La spada è nelle tue mani. vāsudeva-kathā-ruciḥ. Ma il 'ruci', questo gusto, per chi? Come ho più volte spiegato, il gusto è proprio come lo zucchero candito. Tutti sanno che è molto dolce, ma se lo date a un uomo che soffre di itterizia egli sentirà un gusto amaro. Tutti sanno che lo zucchero candito è dolce, ma quell'uomo che soffre di itterizia, assaggiandolo, lo sentirà molto amaro. Tutti lo sanno, è un dato di fatto. Così ruci, il gusto per l'ascolto di vāsudeva-kathā, kṛṣṇa-kathā, queste persone materialmente ammalate non lo possono gustare. Questo è ruci, il gusto. Per ottenere questo gusto ci sono delle attività preliminari. Quali? Per prima cosa l'apprezzamento: "Oh, è molto bello". ādau śraddhā, śraddadhāna. Quindi śraddhā, l'apprezzamento, è l'inizio. Poi sādhu-saṅga (CC Madhya 22.83). E dopo segue l'associazione: "Va bene, queste persone cantano e parlano di Krishna. andiamo a sederci e lasciatemi ascoltare di più". Questo si chiama sādhu-saṅga, associarsi con coloro che sono devoti; questa è la seconda fase. La terza è bhajana-kriyā. Quando ci associamo per bene allora penseremo: "Perché non diventare un discepolo?" Riceviamo richieste: "Prabhupāda, potresti gentilmente acettermi come tuo discepolo?" Questo e l'inizio di bhajana-kriyā, bhajana-kriyā significa essere impegnati al servizio del Signore. Questa è la terza fase.