IT/Prabhupada 0416 - Semplicemente Cantare, Danzare e Mangiare Squisite Palline Dolci e Kachori

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Semplicemente Cantare, Danzare e Mangiare Squisite Palline Dolci e Kachori
- Prabhupāda 0416


Lecture & Initiation -- Seattle, October 20, 1968

C'è un grande bisogno di questo Movimento, e noi stiamo diffondendo questo Movimento per la Coscienza di Krishna; e una cosa pratica, molto semplice, e appropriata per questa Era. Non si considera quanto siate qualificati. Non viene considerato. Qualunque sia stata la vostra vita passata, semplicemente venite qui, cantare Hare Krishna con la lingua -Dio vi ha dato una lingua- e gustate kṛṣṇa-prasāda, la Festa della Domenica, e rendete la vostra vita un successo. Un metodo molto facile, quindi, questo nostro programma. Quindi invito tutti ad unirsi a questo Movimento, e ne verrete beneficiati. Lo vedrete praticamente, è pratyakṣāvagamaṁ dharmyam. Nella Bhagavad-gītā è detto che questo metodo di realizzazione del sé è direttamente percepibile. Direttamente percepibile: pratyakṣāvagamaṁ dharmyam. Proprio come quando si mangia. Potete capire che mentre state mangiando la vosta fame viene soddisfatta, potete capire che state prendendo forza. Non dovete avere un certificato, capite da voi stessi che è una cosa piacevole. pratyakṣāvagamam. pratyakṣa significa 'direttamente', e avagamam, tu lo capisci direttamente. Se pratiate la cosiddetta meditazione, non si sa fino a che punto si stanno facendo progressi. Siete nell'oblio, non lo sapete. Ma qui, se cantate Hare Krishna, lo sentirete direttamente, lo si percepisce direttamente. Ho avuto così tanti studenti, e tante lettere di come loro lo percepiscano direttamente. E' così bello. pratyakṣāvagamaṁ dharmyaṁ su-sukhaṁ kartum avyayam (BG 9.2). E molto piacevole da praticare. Cantare e ballare e mangiare. Cosa volete di più? Semplicemente cantando, ballando e mangiando deliziose palline dolci e Kachori. Quindi su-sukham e kartum avyayam. L'esecuzione, la pratica di questo metodo, è molto piacevole, e avyayam. avyayam significa 'qualunque cosa tu faccia', anche se si segue l'uno per cento di questo Movimento, ciò è un bene permanente. E' una condizione permanente se lo fai al due per cento, tre per cento, quattro per cento... Ma non aspettate la prossima vita. Completate al cento per cento. Non è molto facile da eseguire; quindi completate. Non aspettate, "Lasciami finire in questa vita una certa percentuale di realizzazionedel sé, e nella prossima vita lo farò". E qual è la prova della realizzazione, il completamento della completa percentuale? La prova è quanto hai imparato ad amare Dio, Krishna; tutto qui. Tu ami, ami qualcuno, ma se dividete il vostro amore: "Amerò questo paese e la mia società, la mia ragazza e questo e quello, o il fidanzato, e cercherò di amare anche Krishna". No. Anche questo va bene, ma se si dà prevalenza, semplicemente tutta la prevalenza ad amare Krishna, automaticamente amerete le altre cose, e la vostra vita sarà perfetta. Gli altri amori non saranno da meno. Proprio come una persona cosciente di Krishna, non ama solo la sua famiglia e la società; ama anche gli animali, ama anche la formica, il suo amore è molto esteso. E' una cosa così bella. Quanto si può amare? Per ogni cosa, non appena c'è qualche incomprensione, l'amore si rompe. Ma l'amore per Krishna è così idale che non dovrai mai romperlo, e il vostro amore si amplierà universalmente. E' una cosa così bella. E l'amore lo avete. Avete semplicemente mal riposto la vostra capacità d'amare così tante cose. Basta solo reindirizzarlo a Krishna, e quando amerete perfettamente Krishna vedrete che amerete il vostro paese, la vostra società, il tuo amico, più di come avete amato prima. E' una cosa così bella.