IT/Prabhupada 0430 - Caitanya Mahaprabhu Dice Che Qualsiasi Nome di Dio è Potente Quanto Dio

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Caitanya Mahaprabhu Dice Che Qualsiasi Nome di Dio è Potente Quanto Dio
- Prabhupāda 0430


Lecture on BG 2.11 -- Edinburgh, July 16, 1972

nāmnām akāri bahudhā nija-sarva-śaktis
tatrārpitā niyamitaḥ smaraṇe na kālaḥ
etādṛśī tava kṛpā bhagavan mamāpi
durdaivam īdṛśam ihājani nānurāgaḥ
(CC Antya 20.16)

Caitanya Mahāprabhu dice che ogni nome di Dio è potente tanto quanto Dio. Siccome Dio è Assoluto allora non c'è alcuna differenza tra i Suoi Nome, forma, divertimenti. Nulla è differente da Dio, questo è il sapere assoluto. advaya-jñāna. Quindi se cantate il santo Nome di Dio, ciò significa che siete direttamente in contatto con Dio, perché il Nome non è diverso da Dio. Cercate di capire. Nello stesso modo, se si tocca il fuoco esso agirà. Se non si conosce o si conosce qual è la qualità del fuoco, non ha importanza. Se si tocca il fuoco, esso agirà. Allo stesso modo, se effettivamente cantate il santo Nome di Dio Esso agirà. L'esempio è proprio come mettere una barra di ferro nel fuoco, si scalda sempre di più, e gradualmente diventa rossa e rovente. Per l'associazione col fuoco la barra di ferro diventa fuoco. La barra di ferro non è fuoco, ma per l'accostamento con il fuoco diventa tanto quanto il fuoco, così che quando è rossa e rovente, ovunque la si tocchi la barra di ferro brucerà. Similmente, se vi mantenete sempre in contatto con Dio, allora, gradualmente si diventa divini. Non si diventa Dio, ma si diventa divini. E non appena si diventa divini allora tutte le vostre qualità divine si manifesteranno. Questa è la scienza. Cercate di compendere. Noi siamo parte integrante di Dio, ogni essere vivente lo è. Si può studiare Dio, cosa è Dio, studiando sé stessi. Perché io ne sono parte. Proprio come se da un sacchetto di riso ne prendete qualche chicco, potete capire che qualità di riso c'è nel sacchetto. Allo stesso modo, Dio è grande, questo è corretto, ma se semplicemente studiamo noi stessi, allora possiamo capire che cosa è Dio. Proprio come prendendo una goccia d'acqua dall'oceano potete capire la composizione chimica dell'oceano. La si può conoscere. Questa si chiama meditazione, studiare se stessi: "Ch sono?" Se uno ha in realtà studiato se stesso poi può comprendere anche Dio. Ora prendiamo, ad esempio, "Che cosa sono io?" Anche meditando su di te puoi capire che sei una persona individuale. Persona individuale significa che tu hai la tua propria opinione, io ho la mia propria opinione. Quindi a volte non siamo d'accordo. Perché tu sei individuale, io sono individuale. E poiché siamo tutti individui, essendo parti integranti di Dio allora anche Dio deve essere un individuo. Questo è lo studio. Come io sono una persona, così anche Dio è una persona. Dio non può essere impersonale. Se prendiamo Dio come Padre originale, Padre Supremo... La religione Cristiana lo crede. Tutte le altre religioni lo credono. E anche noi crediamo, Bhagavad-gītā. Perché Krishna dice: ahaṁ bīja-pradaḥ pitā (BG 14.4), "Io sono il padre originale di tutti gli esseri viventi". Quindi, se Dio è il padre di tutti gli esseri viventi e noi tutti esseri viventi siamo persone individuali, come può Dio essere impersonale? Dio è una persona. Questa si chiama filosofia, questa si chiama logica.

Ora, qui, in questo mondo, abbiamo esperienza che vogliamo amare qualcuno. Chiunque. Anche nel regno animale un leone ama i cuccioli. C'è l'amore. prema, si chiama prema. Dunque queste relazioni amorose ci sono anche in Dio. E quando veniamo a contatto con Dio i nostri rapporti saranno semplicemente basati sull'amore. Amo Krishna, o Dio, e Krishna mi ama. Questo è il nostro scambio di sentimenti. Quindi in questo modo,con la scienza di Dio, anche senza leggere alcuna letteratura Vedica -che naturalmente vi aiuterà- se avete studiato a fondo ciò che è di Dio, potrete comprendere Dio. Perché io sono un campione di Dio, una particella minuta. Proprio come una porzione di oro è oro. La goccia d'acqua dell'oceano è salata e si può capire che l'oceano è anch'esso salato. Allo stesso modo studiando la nostra individualità, studiando le nostre inclinazioni, siamo in grado di capire che cosa è Dio. Questa è una parte. E qui, Dio presenta personalmente Se stesso, Krishna. Egli dice: "yadā yadā hi dharmasya...[interrotto] ...i santi devoti e uccidere i demoni, Io appaio". Considerate che Dio è Assoluto. Sia che liberi i devoti o uccida i demoni è la stessa cosa. Perché apprendiamo dalla letteratura Vedica che i demoni che vengono uccisi dalla Persona Suprema ottengono anch'essi la stessa salvezza, o livello di liberazione. Perché vengono uccisi da Dio, sono toccati da Dio. Quindi è una grande scienza. Non è sentimentalismo. Si basa su filosofia e letteratura Vedica autorizzata. Quindi la nostra unica richiesta è che proviate a prendere questo Movimento molto seriamente e siate felici.