IT/Prabhupada 0800 - Karl Marx Pensa a Come i Sensi Dei Lavoratori Saranno Soddisfatti

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Karl Marx Pensa a Come i Sensi Dei Lavoratori Saranno Soddisfatti
- Prabhupāda 0800


730906 - Lecture SB 05.05.01-8 - Stockholm

Prabhupāda: Karl Marx pensa a come saranno gratificati i sensi dell'operaio, del lavoratore. Non è questa è la sua filosofia? Egli pensa che i capitalisti soddisfano solo i loro sensi lussuosamente; e perché non gli operai che lavorano veramente? Questa è la sua filosofia. Il punto centrale è la gratificazione dei sensi. Cercate di capire. Il mondo intero è impegnato in diverse classificazioni, ma il punto centrale è la gratificazione dei sensi. Questo è tutto. C'è qualcuno qui presente che ha qualcosa da dire al contrario? Ma qui Ṛṣabhadeva dice: nṛloke kaṣṭān kāmān arhate, na arhate. Na ayam deho deha-bhājāṁ nṛloke kaṣṭān kāmān arhate viḍ-bhujāṁ ye (SB 5.5.1). Questo genere di lavoro duro viene eseguito anche dai cani e dai maiali. Vuol dire che dovremo lavorare, anche avendo ottenuto questa forma umana, proprio come cani e maiali? In realtà stanno facendo così. Niente di più. Cani e maiali sono occupati tutto il giorno e la notte per la stessa cosa: come mangiare, come dormire, come avere vita sessuale, come difendere. Anche l'uomo sta lavorando allo stesso modo, solo sotto un'etichetta diversa. Nazionalismo, socialismo, questo "ismo", quell'"ismo"; ma l'attività del cane, del maiale e della società umana cosiddetta civilizzata, sono allo stesso punto. Ṛṣabhadeva dice che i cani e i maiali lavorano così duramente per la gratificazione dei sensi, ma questa forma umana non è fatta per questo. È per un percorso diverso che la civiltà moderna non conosce.

L'uomo moderno, la società, non lo sanno. Semplicemente pensano: "Sì, il cane dorme in strada. Noi dobbiamo avere un bell'edificio, un appartamento molto bello, un buon luogo per dormire. Questo è progresso della civiltà. Altrimenti è primitiva, se rimaniamo nello stesso standard, dormire ovunque, senza mobili, senza... " Ma dopo tutto, l'argomento è il dormire, niente di più; allo stesso modo si considera anche il mangiare, o pure l'accoppiamento. Quindi, la domanda sarà: "Quale dici sia allora il proposito della vita umana? La risposta è: tapo divyaṁ putrakā yena sattvaṁ śuddhyed (SB 5.5.1), la vita umana è fatta per tapasya. Tapasya significa austerità. Negano ciò, lo negano. I cani e i gatti sono soddisfatti; più mangiano e più pensano che stanno godendo. E oggigiorno anche l'essere umano, con drink e antipasti. Lo si vede in aereo. Prima di mangiare servono vino, per stimolare l'appetito, e poi mangiano tanto, in enorme quantità. L'avete notato? Sì, questo è il loro godimento. Ma Ṛṣabhadeva dice, o gli śāstra dicono: "No, no. Non si dovrebbe mangiare affatto. Questa è la perfezione." Questi animali simili a uomini mangiano tanto, ne stanno godendo; ma il vostro impegno dovrebbe essere quello di diminuire fino al punto di non aver bisogno più di mangiare. Sono preparati? No. E' molto difficile. Ma questo è l'obiettivo. Pertanto, troverete che quelli che sono avanzati spiritualmente... Proprio come Raghunātha Dāsa Gosvāmī. Raghunātha Dāsa Gosvāmī era figlio di un uomo ricchissimo . Suo padre e suo zio erano uomini molto ricchi; cinquecento anni fa le loro entrate corrispondevano a 12 lakh di rupie all'anno. Un lakh sono centomila rupie. Penso che attualmente il valore sia accresciuto 100.000 volte.