IT/Prabhupada 0825 - Nella Vita Umana Ci Si Dovrebbe Sforzare Solo di Entrare in Contatto Coi Piedi di Loto di Krishna

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Nella Vita Umana Ci Si Dovrebbe Sforzare Solo di Entrare in Contatto Coi Piedi di Loto di Krishna
- Prabhupāda 0825


741102 - Lecture SB 03.25.02 - Bombay

Si dice nei Veda:

nityo nityānāṁ cetanaś cetanānām
eko bahūnāṁ yo vidadhāti kāmān
(Kaṭha Upaniṣad 2.2.13)

Quali sono queste opulenze di Bhagavān? Queste: eko bahūnāṁ yo vidadhāti kāmān. Bhagavān, il singolare, e nityo nityānām; nityānām, plurale.

Noi jīva siamo il plurale. Jīva-bhāgaḥ sa vijñeyaḥ sa cānantyāya kalpate (CC Madhya 19.141). Non c'è limite a quante jīva ci sono, nessuno le può contare, ananta. Ananta significa che non è possibile arrivare al limite, come "tanti milioni o tante migliaia". No. Non è possibile contarle. Tutte queste jīva, noi esseri viventi, sono mantenute da quell'Uno. Queste sono le informazioni Vediche: eko bahūnāṁ yo vidadhāti kāmān. Proprio come noi manteniamo la nostra famiglia. Un uomo guadagna e mantiene la sua famiglia, moglie, figli, servitori, dipendenti, operai, molti. Allo stesso modo, quell'unico, Bhagavān, sta mantenendo tutti gli esseri viventi. Non si sa quanti ce ne sono. In Africa ci sono milioni di elefanti, inoltre mangiano quaranta chili per una volta; anche loro vengono mantenuti. E la piccola formica, anch'essa è mantenuta. Ci sono 8.400.000 forme di corpi differenti. Chi li mantiene? Li mantiene Bhagavān, quel 'ekaḥ'. Eko bahūnāṁ yo vidadhāti kāmān. Questo è un dato di fatto. Allora, perché Egli non manterrà noi? Soprattutto coloro che sono devoti, che hanno preso rifugio ai piedi di loto del Signore Supremo, lasciando da parte tutto solo per servirLo.

Proprio come nel nostro Movimento per la Coscienza di Krishna. Abbiamo più di cento Centri. E uno dei Centri... leggevamo sul Nava Bhārata Times di come è ben gestito. Ma non facciamo affari, non abbiamo alcuna fonte di reddito. Questa è l'unica fonte di reddito: il rifugio in Krishna. Samāśritā ye pada-pallava-plavam (SB 10.14.58). Pertanto gli śāstra affermano: "Prendi rifugio in Krishna." Anche Krishna vene a dire la stessa verità: sarva-dharmān parityajya mām ekaṁ śaraṇaṁ vraja (BG 18.66). Non ha mai detto: "Fai questo e fai quello e allora Io ti manterrò." No. Ahaṁ tvāṁ sarva-pāpebhyo mokṣayiṣyāmi: "Non solo ti manterrò, ma ti proteggerò dall'azione risultante di una vita peccaminosa." Quanta certezza c'è. Anche gli śāstra dicono: tasyaiva hetoḥ prayateta kovido na labhyate yad bhramatām upary adhaḥ (SB 1.5.18). Tasyaiva hetoḥ prayateta kovido. Kovidaḥ significa intelligente, una persona molto intelligente. Che cosa dovrebbe provare a fare? Tasyaiva hetoḥ: ottenere rifugio ai piedi di loto di Krishna. Nella vita umana ci si dovrebbe sforzare solo ad entrare in contatto coi piedi di loto di Krishna. Questo dovrebbe essere l'unico impegno.