IT/Prabhupada 0856 - L'anima spirituale è una persona tanto quanto Dio . Dio è anche una persona

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

L'anima spirituale è una persona tanto quanto Dio . Dio è anche una persona
- Prabhupāda 0856


740327 - Conversation - Bombay

Prabhupāda: Quindi, all'inizio, prima della creazione, Dio esisteva. e dopo la creazione, quando la creazione è annientata, Egli esisterà. Questa è chiamata posizione trascendentale.

Pañcadraviḍa: SPIEGAZIONE: La posizione del Signore è sempre trascendentale, perchè la causa e le energie efficaci necessarie per la creazione...(pausa)

Prabhupāda: ...prima di creare questa maglia, è stato impersonale. Non c'era la mano, non c'era il collo, non c'era il corpo. La stessa stoffa. Ma il sarto, secondo al corpo, fa un rivestimento di questa mano e questa sembra una mano. Questa copertura del torace sembra un petto. Pertanto, l'impersonale significa la copertura materiale. È vero, l'anima spirituale è una persona. Proprio come si va dal sarto, in base al vostro corpo il sarto taglierà un cappotto. Questo cappotto, gli ingredienti del cappotto, il vestito,questo è impersonale. Ma è fatta come una persona, che copre la persona. In altre parole, l'anima spirituale è una persona tanto quanto Dio è una persona. Impersonale significa la coperzione. Cerca di capire. La copertura è impersonale, non l'essere vivente. Egli è coperto. Egli non è impersonale. Egli è una persona. Un semplice esempio. Il cappotto, la camicia, sono impersonali, ma l'uomo che sta vestendosi, non è impersonale. Egli è una persona. Così come Dio può essere impersonale? L'energia materiale è impersonale. Questo è spiegato... ...questo è spiegato nella Bhagavad-gītā,

mayā tatam idaṁ sarvaṁ
jagad avyakta-mūrtinā
(BG 9.4)

Questo jagad è avyakta, impersonale. Questo è anche l'energia di Kṛṣṇa. Pertanto, Egli ha detto, "Mi espando nella forma impersonale." Questa figura impersonale è l'energia di Kṛṣṇa. Così la copertura materiale è impersonale, ma l'anima spirituale o l'anima Suprema è personale. Qualche domanda su questo, è veramente una domanda intricata, chiunque? Se c'è qualche difficoltà a capire? (Interruzione)

Bhava-Bhūti: ...perché ho sentito tanti di questi cosiddetti yogi in inglese su Gita o questo e quello, ma non possono spiegare, non hanno nemmeno una vaga idea...

Prabhupāda: No, no, come possono spiegare? Bhava-bhūti: Non hanno una vaga idea.

Prabhupāda: Loro non possono toccare neanche la Bhagavad-gītā. Non hanno nessuna qualifica.

Bhava-Bhūti: Non hanno alcuna comprensione.

Prabhupāda: Il loro parlare della Bhagavad-gītā è artificiale.

Bhava-Bhūti: Sì.

Prabhupāda: Loro non possono parlare perché la vera qualificazione, come si afferma nella Bhagavad, bhakto 'si. Bisogna essere un devoto, poi si può capire cosè la Bhagavad-gītā.

Bhava-bhūti:: Anche a Māyāpur, quando siamo andati a visitare l'asrama di Śrīdhara Svāmī, e ha parlato qualcosa in inglese, un altro uomo parlava in inglese. Loro non possono spiegare come te, Śrīla Prabhupāda. Tu sei l'unico, quando parli di questa conoscenza, diventa immediatamente, entra nell'orecchio e nel cuore, e quindi si realizza.

Prabhupāda: Forse (ride).

Uomo indiano: Jaya. (Hindi).

Prabhupāda: Hare Kṛṣṇa.

Viśākhā, tu pensi anche così? Viśākhā: Senza dubbio.

Prabhupāda: (ridendo) Hare Kṛṣṇa!