IT/Prabhupada 1008 - Il Mio Guru Maharaja Mi Ha Ordinato 'Vai a Diffondere Questo Culto nei Paesi Occidentali'

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Il Mio Guru Maharaja Mi Ha Ordinato 'Vai a Diffondere Questo Culto nei Paesi Occidentali'
- Prabhupāda 1008


750713 - Conversation B - Philadelphia

Sandy Nixon: Come si fa a trattare con la negatività? Nel mondo esterno i devoti incontrano negatività ogni giorno, persone che non sono interessate. Non solo nel mondo esterno, come fate anche all'interno? Come si fa ad alleviare se stessi da quella negatività?

Prabhupāda: Negatività significa... Come quando diciamo: "Niente sesso illecito." Noi diciamo, insegniamo ai nostri studenti, "Niente sesso illecito." Pensi sia negazione? Che cosa intende?

Jayatīrtha: La situazione è che gli altri pensano che sia negazione, e quindi sono negativi verso di noi. Lei sta dicendo: come dobbiamo reagire a questo.

Sandy Nixon: Beh, come si fa a trattare con esso dentro di sé, lo sai?

Ravīndra-svarūpa: Che cosa vuoi dire con negatività dentro di sé?

Sandy Nixon: No, no, non solo la critica, ma... Se si hanno un sacco di persone che stanno lavorando sempre contro di te... Qui siete circondati da persone che sono positive e che si rafforzano, ma quando si è da soli nel mondo esterno in una posizione in cui ci sono persone che ti stremano e prendono la vostra energia, come si fa a ricostituire quella energia?

Ravīndra-svarūpa: Come possiamo rimanere fissi quando ci sono così tante persone contro di noi?

Ravīndra-svarūpa: Vuole sapere come rimanere stabili quando ci sono così tante persone contro di noi.

Prabhupāda: Nessuno è contro di te? Pensi che nessuno sia contro di te? Te lo sto chiedendo.

Sandy Nixon: Se penso che nessuno sia contro di me? Oh, certo, ci sono persone contro di me, che non si preoccupano di me.

Prabhupāda: Ci sono pro e contro. Perché ti preoccupi circa il contro? Come ci sono alcune persone contro di noi, ci sono molte persone con noi. Questa è la situazione in ogni campo di attività. Quindi, se qualcuno è contro di noi, perché dovremmo provare fastidio a questo proposito? Andiamo avanti con il nostro lavoro positivo.

Sandy Nixon: Se, ad esempio, durante il giorno il devoto incontra solo persone che sono contro di lui, fa brutti incontri e si sente svuotato, come fa?

Prabhupāda: Il nostro devoto non è così instabile. Vanno dalla persona che è contro di noi e la inducono ad acquistare un libro. Stiamo vendendo libri quotidianamnte, una quantità enorme. Quindi non si tratta di 'contro di noi'. Chiunque sia anche contro di noi lo si persuade ad acquistare un libro. Lui è contro di noi? Acquista il nostro libro. (a parte) Qual è la quantità giornaliera di vendite dei nostri libri?

Jayatīrtha: Vendiamo circa venticinquemila libri e riviste al giorno.

Prabhupāda: Qual è il prezzo?

Jayatīrtha: La raccolta sarebbe probabilmente intorno a 35-40.000 dollari al giorno.

Prabhupāda: Stiamo raccogliendo quarantamila dollari al giorno con la vendita di libri. Come posso dire che sono contro di noi?

Sandy Nixon: Sei molto positivo. Mi piace questo.

Prabhupāda: Dov'è qualsiasi altra istituzione che può vendere per quarantamila dollari al giorno? Così come si fa a dire che sono contro di noi?

Sandy Nixon: La mia ultima domanda. Potrebbe dirmi, riguardo al mantra Hare Kṛṣṇa, perché è così importante per la coscienza di Krishna? E mi piacerebbe avere in parole tue...

Prabhupāda: E' molto semplice. Hare significa "O energia del Signore", e Krishna significa "O Signore". "Gentilmente, impegnatemi entrambi al Vostro servizio". Questo è tutto. "Entrambi Voi, Krishna e la Sua energia." Proprio come qui abbiamo la concezione di maschio e femmina, allo stesso modo, in origine, c'è Dio e la Sua energia; Dio è maschile e l'energia è femminile, prakṛti e puruṣa. Questa idea di maschile e femminile, da dove viene? Dio sta fabbricando così tanti maschi e femmine. L'idea di maschio e femmina, da dove viene? Viene da Dio. Egli è l'origine di tutto. Il femminile, o prakṛti, è energia di Dio; e Dio stesso viene definito puruṣa. Così ci rivolgiamo sia a Dio che alla Sua energia, combinati insieme, di impegnarci al Loro servizio. Questo è Hare Krishna. Hare significa "O energia di Dio", O Krishna, "O Signore, prendetevi cura di me entrambi e impegnatemi al Vostro servizio ". Questo è tutto. Questo è il significato.

Sandy Nixon: Va bene, grazie. Ho perso qualcosa lungo la strada, credo. Quando mi sono trasferita nella casa, c'erano questi... Appena usciti dalla terra, ed era così bello vederli.

Prabhupāda: Le vostre domande hanno avuto risposta?

Anne Jackson: Posso farle qualche domanda? La pregherei di dirmi un po' della sua vita, e come sapeva di essere il maestro spirituale per il Movimento per la Coscienza di Krishna.

Prabhupāda: La mia vita è semplice. Ero capofamiglia. Ho ancora la mia moglie, i miei figli, i miei nipoti. Il mio Guru Mahārāja mi ordinò: "Vai e predica questo culto nei Paesi occidentali". Così ho lasciato tutto per ordine del mio Guru Mahārāja, e sto cercando di eseguire l'ordine. Questo è tutto.

Anne Jackson: Ed è questa l'immagine di quell'uomo?

Prabhupāda: Sì, è il mio Guru Mahārāja.

Anne Jackson: E lui non è più vivo.

Prabhupāda: No.

Anne Jackson: Ha parlato con voi spiritualmente?

Prabhupāda: Questo è il mio (indistinto). Questo è tutto.

Anne Jackson: A che punto vi ha detto di fare questo? Era molto tardi nella vostra vita che vi...?

Prabhupāda: Sì. Quando avevo venticinque anni, l'ho incontrato la prima vota. Al primo incontro mi ordinò di ciò. A quel tempo ero sposato. Avevo due bambini. Così ho pensato: "Lo farò in seguito." Ma stavo cercando di uscire dalla vita familiare. C'è voluto del tempo. Ma stavo cercando di fare del mio meglio per portare avanti il ​​suo ordine. Nel 1944 ho iniziato con la rivista 'Back to Godhead', quando ero gṛhastha. Poi ho iniziato a scrivere libri, nel 1958 o '59. In questo modo, nel 1955 (1965) sono venuto nel vostro Paese.