IT/Prabhupada 1033 - Gesù Cristo è Figlio di Dio, il Miglior Figlio di Dio, Abbiamo Tutto il Rispetto per Lui

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Gesù Cristo è Figlio di Dio, il Miglior Figlio di Dio, Abbiamo Tutto il Rispetto per Lui
- Prabhupāda 1033


740628 - Lecture at St. Pascal's Franciscan Seminary - Melbourne

Ospite (3): Sua Grazia, come vede Gesù Cristo?

Madhudviṣa: Qual è la nostra visione del Signore Gesù Cristo?

Prabhupāda: Gesù Cristo, il Signore Gesù Cristo, è figlio di Dio, il miglior figlio di Dio, quindi abbiamo tutto il rispetto per lui. Chiunque stia insegnando alla gente la coscienza di Dio è rispettabile. Non importa in quale Paese, in quale atmosfera, predicava. Non ha importanza.

ospite (4): San Francesco d'Assisi fondò il nostro (indistinto) teoria (indistinto) utilizzando il materiale per Dio, e San Francesco parlava di "fratello cane" e "sorella gatto" e "sorella acqua" e "fratello vento". Che cosa pensa Sua Grazia dell'approccio e della teoria di San Francesco?

Madhudviṣa: S. Francesco, il fondatore di questo ordine particolare in cui siamo stati invitati a parlare, trova Dio nel mondo materiale. E si rivolgeva agli aspetti del mondo materiale come "fratello" e "sorella". " Fratello albero", "sorella acqua", cose simili. Qual è la tua opinione su questo?

Prabhupāda: Questa è la vera coscienza di Dio. Questa è la vera coscienza di Dio, sì. Non: "Io sono consapevole di Dio e uccido gli animali." Questo non è cosciente di Dio. Accettare gli alberi, le piante, gli animali inferiori, anche le insignificanti formiche come fratelli. Samaḥ sarveṣu bhūteṣu. Questo è spiegato nella Bhagavad-gītā. Brahma-bhūtaḥ prasannātmā na śocati na kāṅkṣati samaḥ sarveṣu bhūteṣu (BG 18.54). Samaḥ significa equanime verso tutti gli esseri viventi, vedere l'anima spirituale in chiunque. Non importa se è uomo o gatto o cane o albero o formica o insetto o un grande uomo. Sono tutte parti integranti di Dio semplicemente vestite in modo diverso. Uno ha il vestito di albero, uno ha l'abito da re, uno di insetto. Ciò è anche spiegato nella Bhagavad-gītā: paṇḍitāḥ sama-darśinaḥ (BG 5.18), "Colui che è paṇḍita, erudito, ha la visione equanime." Quindi, se San Francesco pensava in quel modo, quello è il più alto standard di comprensione spirituale.