IT/Prabhupada 1050 - 'Fate Questo e Datemi i Soldi, Diventerete Felici' - Quello Non è Guru

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

'Fate Questo e Datemi i Soldi, Diventerete Felici' - Quello Non è Guru
- Prabhupāda 1050


750712 - Lecture SB 06.01.26-27 - Philadelphia

Quindi, questa è la condizione. Senza guru, se si crea il proprio modo di vivere, allora si è mūḍha, mascalzoni. Perciò è detto mūḍha. Si pensa: "Sono un padre così affettuoso. Mi sto prendendo cura del mio piccolo figlio sotto tutti gli aspetti: gli sto dando da mangiare, lo accarezzo e tanto altro... Sono un padre molto fedele e molto onesto." Ma gli śāstra dicono: "Ecco un mūḍha, un mascalzone." Lo si vede qui. Si dice, bhojayan pāyayan mūḍhaḥ (SB 6.1.26). Perché è un mūḍha? Na vedāgatam antakam. Egli non vede, non sa, che "Dietro di me, c'è la morte in attesa. È venuta a prendermi." L'affetto per i vostri presunti figlio, società, famiglia e nazione Come vi salverà? Qui c'è la morte. A questo non possono rispondere. Non si può rispondere perché la morte è lì.

Dovremo prepararci. Questa è la vita umana. Dobbiamo sempre sapere che "La morte è dietro di me. In qualsiasi momento mi può prendere per il collo e portarmi via." Questo è un dato di fatto. C'è qualche garanzia che si vivrà per cent'anni? No. Anche solo dopo alcuni secondi, se si va per la strada, si può incontrare subito la morte. Ci può essere un'insufficienza cardiaca. Ci può essere un incidente automobilistico. Può accadere qualcosa. Vivere è meraviglioso. Morire non è meraviglioso. Perché si è destinati a morire. Non appena si nasce, subito si comincia a morire. Immediatamente. Se domandate: "Oh, quando è nato il bambino?" —"Da una settimana". Questo significa che è morto una settimana. Consideriamo che sta vivendo da una settimana, ma in realtà è morto una settimana. Questo è meraviglioso: che ancora sta vivendo, non è morto. La morte non è meravigliosa, perché è sicura. Verrà; dopo una settimana o dopo un centinaio di anni. Questo non è meraviglioso. Finché si vive, questo è meraviglioso.

Quindi dobbiamo utilizzare questo tempo per trovare una soluzione nella vita al nostro ripetersi di morire e accettare un altro corpo. Quindi, come si capirà se non andando dal giusto guru? Pertanto gli śāstra dicono: tad-vijñānārtham (MU 1.2.12), "Se volete conoscere il vero problema della vostra vita e se si vuole essere illuminati su come diventare coscienti di Krishna, come diventare eterni e tornare a casa, da Dio, allora ci si deve avvicinare al guru." E chi è il guru? Viene spiegato, è una cosa molto semplice. Il guru non inventa un'idea tipo: "Fate questo, datemi dei soldi, e diventerete felici." Quello non è il guru. Quello è un altro metodo per guadagnare denaro. Qui si dice mūḍha. Tutti coloro che semplicemente vivono nel paradiso degli sciocchi, inventando la propria idea come Ajāmila. Qualcuno dice: "Questo è il mio dovere", ma è un pazzo. Dovete sapere qual è il vostro dovere dal guru. Si canta ogni giorno: guru-mukha-padma-vākya, cittete koriyā aikya, ār nā koriho mane āśā. Questa è la vita. Questa è la vita. Guru-mukha... Accettate un guru autentico, e ciò che egli ordina eseguitelo. Allora la vostra vita è riuscita. Ār nā koriho mane āśā. Mascalzone, non desiderare altro.