IT/Prabhupada 0168 - La Cultura di Diventare Umile e Mite

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

La Cultura di Diventare Umile e Mite
- Prabhupāda 0168


Room Conversation -- February 4, 1977, Calcutta

Prabhupāda: Possiamo chiedere l'elemosina. In India i sannyāsīs eruditi chiedono ancora l'elemosina. Ciò è permesso. Bhikṣu. A loro piace. Tridaṇḍī-bhikṣu. Quindi, chiedere l'elemosina nella cultura vedica non è né illegale né vergognoso - chiesta dalle persone corrette. Chiedere l'elemosina è consentito ai brahmacārīs, e ai sannyāsīs. E a loro piace farlo apertamente. Tridaṇḍī-bhikṣu. Bhikṣu significa mendicante.

Satsvarūpa: Tridaṇḍī-bhikṣu.

Prabhupāda: Sì. Qui, nella cultura indiana, i brahmacārī, i sannyāsī e i brāhmaṇa, loro sono autorizzati a chiedere l'elemosina. Questa è la cultura vedica. E i capifamiglia li trattano come i propri figli. Questo è la relazione.

Satsvarūpa: Ma cosa succede se è fatto in una cultura dove questo è del tutto diverso?

Prabhupāda: Per questo ci sono gli hippies. Questa è la tua cultura - hippies, e assassini, in nome della religione. Questa è la loro cultura. E l'aborto. Poiché non esiste una cultura del genere, quindi il risultato é l'aborto. Uccidendo e bombardando, rendendo l'atmosfera del tutto abominevole. Questa è la vostra cultura. Lottare tra protestanti e cattolici, e bombardare... La gente è terrorizzata. Non possono uscire in strada. Questa è la vostra cultura. E fare l'elemosina é una cosa brutta. Tenere la gente, tutta la popolazione, in una condizione terrificante, per loro questo va molto bene, e se qualcuno in modo umile elemosina, questo non va bene. Questa é la vostra cultura. La cultura vedica permette al brahmacārī di mendicare solo per imparare come coltivare l'umiltà, e non per mendicare. Vengono da grandi, grandi famiglie, tutta la famiglia, loro praticano. Questo non è accattonaggio. Questo serve per imparare come diventare umile e mite. E Cristo disse: "Dio è disponibile per le persone umili e miti." Non è accattonaggio. Voi non sapete che cos'è questa cultura. Voi avete la vostra cultura, la cultura del diavolo, uccidere anche il proprio figlio. Come farete a capire che cos'è questa cultura? Ho ragione o torto?

Satsvarūpa: Hai ragione.

Prabhupāda: Sì. Descrivilo in una lettera. Voi avete una cultura di quarta classe, una cultura di decima classe. Come farete a capire la cultura di diventare mite e umile?

Satsvarūpa: Il procuratore distrettuale che stava cercando di accusarci, Ādi-keśava, lui ci rivela qui la sua strategia, perché molti avvocati dicono che abbiamo il diritto di praticare la nostra religione. Questa è libertà di religione. Dice...

Prabhupāda: Libero... Questa é una religione autentica.

Satsvarūpa: Ha detto: "Ma non è una questione di religione." Egli disse: "Che cosa siamo..." Ha detto, "controllare la mente non ha nulla a che fare con la religione." È una questione di libero arbitrio individuale. Non credo che un individuo in uno buon stato d'animo consentirebbe a qualcuno di manipolare la sua mente. Basti pensare in termini di ipnosi."

Prabhupāda: controllare la mente è tutto.

Satsvarūpa: Tutto.

Prabhupāda: Tu stai anche provando. Ora stanno anche cercando di controllare la mente dei nostri uomini, li rapiscono con la forza. Questo è un altro modo per controllare la mente. Hanno già rinunciato alla mente per dedicarsi a noi, e ora stanno cercando di controllare la sua mente con la forza-deprogrammazione, sequestro di persona. Non è questo controllo della mente? Qui la sua mente è già nella coscienza di Kṛṣṇa, e con la forza stanno cercando di farlo deviare. Non è forse questo controllo della mente? "E il tuo controllo della mentale è buono. Il mio controllo della mentale è male." Questa è la tua filosofia." Così chiunque, ogni mascalzone, dirà: "Le mie attività sono buone, e le tue attività sono cattive."