IT/Prabhupada 0294 - Sei Punti di Arresa a Krishna

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Sei Punti di Arresa a Krishna
- Prabhupāda 0294


Lecture -- Seattle, October 4, 1968

Ci sono sei motivi di resa a Krishna. Un motivo di resa è di credere che "Krishna mi proteggerà" Proprio come un bambino piccolo ha piena fiducia in sua madre: "Mia madre è là, non vi è alcun pericolo". Fiducioso. L'ho visto. Chiunque. Io ho... Racconterò una esperienza pratica. A Calcutta, nei miei giorni più giovani, stavo viaggiando in tram, e il mio figlio più piccolo era con me. Aveva solo due anni, o due anni e mezzo. Il conduttore, per scherzo, gli chiese: "Dammi il tuo biglietto". Subito disse così: "Non ho soldi". Quindi, il conduttore ha detto: "Allora devi scendere". Ha subito detto: "Oh, c'è mio padre!". Vedete. "Non mi puoi chiedere di scendere. Mio padre è qui". Vedete? Quindi questa è la psicologia. Se vi siete avvicinati a Krishna, allora anche la più grande paura non vi agiterà. Questo è un dato di fatto. Krishna è proprio così. Cercare di ottenere questo grande vantaggio, Krishna. E cosa dice Krishna? kaunteya pratijānīhi na me bhaktaḥ praṇaśyati (BG 9.31) "Mio caro Kaunteya, figlio di Kuntī, Arjuna, dichiaralo al mondo, che i Miei devoti non saranno mai vinti". Non saranno mai vinti. kaunteya pratijānīhi na me bhaktaḥ praṇaśyati.

Analogamente, ci sono molti passaggi nella Bhagavad-gītā. Sto citando la Bhagavad-gītā, perché questo libro è molto popolare in tutto il mondo, e cercate di capire, di leggere questo libro, un libro di conoscenza molto prezioso. Così, Krishna dice:

ahaṁ sarvasya prabhavo
mattaḥ sarvaṁ pravartate
iti matvā bhajante māṁ
budhā bhāva-samanvitāḥ
(BG 10.8)

Chi può adorare Krsna? Ciò è descritto qui: budhā. budhā significa 'la persona più intelligente'. bodha. bodha significa conoscenza, e budhā è colui che è saggio, pieno di conoscenza. Tutti cercano la conoscenza. Qui avete questa Università di Washington. Ci sono molti studenti. Sono venuti qui per acquisire conoscenza. Così chi ha acquisito la perfezione della conoscenza o il più alto livello di conoscenza, egli è chiamato budhā. Quindi non solo budhā, ma bhāva-samanvitāḥ. bhāva significa estasi. Bisogna essere molto dotti e saggi, e allo stesso tempo si deve sentire l'estasi spirituale. "Tale persona", Krishna dice, iti matvā bhajante mām. "Tale persone Mi adora, o mi ama". Uno che è molto intelligente e uno che è trascendentalmente veramente colmo d'estasi, tale persona ama Krishna o adora Krishna. Perché? Perché iti matvā: comprende questo". Cos'è questo? aham sarvasya prabhavo (BG 10.8), "Io sono l'origine di tutto, sarvasya". Tutto ciò che si trova, cioè, se si continua a cercare, allora troverete che, in ultima analisi, si tratta di Krishna. Anche il Vedānta dice la stessa cosa. Che cosa è il Brahman? athāto brahma jijñāsā.