IT/Prabhupada 0296 - Sebbene il Signore Gesù Cristo fu Crocifisso Non Cambiò Mai la Sua Opinione

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Sebbene il Signore Gesù Cristo fu Crocifisso Non Cambiò Mai la Sua Opinione
- Prabhupāda 0296


Lecture -- Seattle, October 4, 1968

Ci sono prove nei Veda che Dio c'è; in ogni Scrittura, ogni grande personalità , devoti, rappresentanti di Dio... Proprio come Signore Gesù Cristo, ha dato informazioni su Dio. Sebbene sia stato crocifisso, non ha mai cambiato la sua opinione. Quindi abbiamo evidenze dalle Scritture, dai Veda, dalle grandi personalità; quindi, se io dico: "Dio è morto. Non c'è Dio", allora che tipo di uomo sono? Questo si chiama demone. Loro non credono mai. Non credono mai. Proprio il contrario di un demone è budhā. budhā significa molto intelligente, saggio. Perciò, nella Caitanya-caritāmṛta, si dice kṛṣṇa ye bhaje se baḍa catura: Chiunque rimanga attratto da Krishna e Lo ama, adorare significa amare... All'inizio c'è adorazione, ma alla fine c'è amore. Adorare. Quindi, iti matvā bhajante māṁ budhā: 'Chi è saggio, chi è intelligente, sa che Krishna è la causa di tutte le cause'.

īśvaraḥ paramaḥ kṛṣṇaḥ
sac-cid-ānanda-vigrahaḥ
anādir ādir govindaḥ
sarva-kāraṇa-kāraṇam
(Bs. 5.1)

Sarva-karana: tutto ha causa, causa ed effetto. Così si va a scoprire che cosa è la causa di questo, qual è la causa di questo, qual è la causa di questo, allora troverete Krishna: sarva-kāraṇa-kāraṇam. E il Vedānta dice: janmādy asya yataḥ (SB 1.1.1). Non si può dire che qualcosa è saltata fuori automaticamente. Questa è follia. Tutto ha una fonte di generazione. Tutto. Questa è'intelligenza. Non dire, proprio come dice la scienza odierna: "C'era una massa e ci fu la creazione, forse". C'è anche un 'forse', vedete. Quindi questo tipo di conoscenza è inutile. Si deve cercare. Se chiedo agli scienziati: "Qual è la causa di questa massa?", essi non possono rispondere. Quindi cercate la causa, e scoprirete; se non riesco a trovarla, allora si deve seguire, mahājano yena gataḥ sa panthāḥ (CC Madhya 17.186). Dobbiamo seguire gli ācārya autorizzati. Se sei Cristiano, semplicemente segui Gesù Cristo. Egli dice: "Dio c'è". Quindi accetta che c'è Dio. Egli dice che "Dio ha creato questo". Ha detto: "Sia la creazione!", e ci fu la creazione. Così si accetta questo, "Sì, Dio ha creato". Anche qui, nella Bhagavad-gītā, Dio dice, Krishna dice: ahaṁ sarvasya prabhavo (BG 10.8), "Io sono l'origine". Quindi Dio è l'origine della creazione. sarva-kāraṇa-kāraṇam (Bs. 5.1): Egli è la causa di tutte le cause.

Quindi dobbiamo prendere esempio dalle grandi personalità, dobbiamo studiare i libri autorizzati e i Veda, e dobbiamo seguire il loro esempio. Allora la coscienza di Krishna o la realizzazione di Dio, o la coscienza di Dio, non sarà difficile. Sarà molto facile. Intendo dire che non c'è alcun ostacolo sul cammino della vostra comprensione di chi sia Dio. C'è tutto. C'è la Bhagavad-gītā, c'è lo Śrīmad-Bhāgavatam. E se si accetta c'è anche la vostra Bibbia, c'è il Corano, ovunque. Senza Dio, non ci può essere nessun libro o Scrittura. Oggigiorno, naturalmente, si costruiscono tante cose. Ma in ogni società umana la concezione di Dio c'è; in accordo al periodo, in accordo alle persone, ma l'idea c'è. Ora bisogna capire. jijñāsā. Pertanto il Vedānta-sūtra dice che si deve tentare di capire Dio chiedendo, chiedendo. Questo chiedere è molto importante.