IT/Prabhupada 0761 - Chunque Arrivi Qui Deve Leggere i Libri

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Chunque Arrivi Qui Deve Leggere i Libri
- Prabhupāda 0761


Lecture -- Honolulu, May 25, 1975

Prabhupāda: C'è un verso: samo 'haṁ sarva-bhūteṣu na me dveśyo 'sti na priyaḥ (BG 9.29). E' Krishna che parla. Dio deve essere equanime con tutti. Dio è uno, ed è Lui che dà cibo a tutti. Gli uccelli e gli animali hanno il cibo, e anche l'elefante ottiene cibo. Chi fornisce il cibo? Krishna; è Dio che lo sta fornendo. In questo modo Egli è equanime con tutti nella relazione ordinaria, ma soprattutto si occupa dei devoti, proprio come Prahlāda Mahārāja. Quando fu in pericolo, il Signore Nṛsiṁha-deva venne personalmente a dargli protezione. Questo è il dovere speciale di Dio, e ciò non è innaturale. Se qualcuno dice: "Dio è parziale, Egli si prende cura specialmente del Suo devoto"; no, questa non è parzialità. Proprio come un gentiluomo che ama tutti i bambini nel quartiere, ma quando il suo bambino è in pericolo ha una cura speciale. Questo non è innaturale. Non puoi incolparlo dicendo: "Perché ti prendi cura in modo speciale di tuo figlio?" No. Questo è naturale. Nessuno lo incolperà. Allo stesso modo, tutti sono figli di Dio, ma il Suo devoto è speciale. Questa è la speciale attenzione di Dio. Ye tu bhajanti māṁ prītyā teṣu te mayi (BG 9.29). Per cui Dio sta dando protezione ad ogni essere vivente, ma se si diventa devoto del Signore, un puro devoto, senza alcuna motivazione, allora Dio si prenderà cura di voi in modo speciale. Questo è il Movimento per la Coscienza di Krishna: noi veniamo tormentati da māyā, l'energia materiale, e se prendiamo rifugio in Krishna allora saremo particolarmente protetti.

Mām eva prapadyante
māyām etāṁ taranti te
(BG 7.14)

Quindi cercate di diventare devoti di Krishna. Il nostro Movimento per la Coscienza di Krishna sta insegnando questa filosofia. Abbiamo così tanti libri. Chiunque venga qui deve leggere i libri: devoti, ospiti del tempio, esterni; allora si capirà che cosa è la coscienza di Krishna. Oppure si dovrebbe cantare solo Hare Krishna, non parlare di idiozie e perdere tempo. Così non va bene. Un solo momento è così prezioso che non lo si può acquistare con milioni di dollari. Ora, oggi, è il 25 maggio, le quattro passate. Non è possibile riportare indietro le quattro del 25 Maggio 1975; se si desidera riaverle indietro pagando milioni di dollari, non sarà possibile. Quindi dobbiamo essere molto attenti col nostro tempo, una volta sprecato non lo si può riavere indietro. Meglio utilizzare questo tempo; e il miglior utilizzo è quello di cantare Hare Kṛṣṇa o pensare a Krishna, rendere culto a Krishna. Questo è il Movimento per la Coscienza di Krishna.

Molte grazie.