IT/Prabhupada 0762 - Cantare Sinceramente, Rigorosamente. Vi Salvera' la Vita, la Vostra Prossima Vita Sara' Salva

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Cantare Sinceramente, Rigorosamente. Vi Salvera' la Vita, la Vostra Prossima Vita Sara' Salva
- Prabhupāda 0762


Lecture on SB 6.1.30 -- Honolulu, May 29, 1976

Prabhupāda: Il nostro Movimento per la Coscienza di Krishna è proprio per educare l'uomo che, credetelo o non credetelo non importa: C'è Dio, c'è un proprietario. Egli viene personalmente e dice: bhoktāraṁ yajña-tapasāṁ sarva-loka-maheśvaraṁ suhṛdaṁ sarva-bhūtānām (BG 5.29), "Io sono il proprietario, Io sono il fruitore, e Io sono l'amico di tutti. Se vuoi essere liberato da questa miserabile condizione di vita materiale, sono Io il tuo migliore amico." Suhṛdaṁ sarva-bhūtānām: Krishna; perché Egli è il padre. ahaṁ bīja-pradaḥ (BG 14.4)... Chi può essere amico meglio del padre? Il padre vuole sempre vedere che il figlio sia felice. Questo è naturale. Non vi è alcuna implorazione: "Padre, sii gentile con me." No. Il padre è già premuroso. Ma se ti rivolti contro il padre, allora soffri. Allo stesso modo, Dio è certamente nostro Padre, nostro amico; e dice suhṛdaṁ sarva-bhūtānām, ahaṁ bīja-pradaḥ pitā (BG 14.4): "Io sono Colui che dà il seme". Non solo per l'essere umano, ma per tutte le specie di vita. Sono esseri viventi che, in accordo al loro karma, hanno avuto abiti diversi; proprio come noi, in questo incontro, abbiamo abiti diversi. Per ognuno di noi esseri umani l'abito può essere differente. Questa è un'altra cosa. Allo stesso modo, l'essere vivente è parte integrante di Dio ma alcuni sono diventati esseri umani, alcuni sono diventati gatti, alcuni sono diventati alberi, alcuni come gli insetti, alcuni come esseri celesti, qualcuno come Brahmā, qualcuno come formica. C'è varietà. Siccome volevano diventare così, Dio ha dato loro la possibilità: "Va bene. Volete diventare così per godervi la vita? D'accordo, siate così." Questo è l'arrangiamento. Dio c'è, ed è il padre di tutti, l'amico di tutti. Lui è sempre pronto e viene personalmente a sollecitare. E' così gentile. Appena sente, subito.

niśamya mriyamāṇasya
mukhato hari-kīrtanam
bhartur nāma mahārāja
pārṣadāḥ sahasāpatan
(SB 6.1.30)

Dio ha mandato tanti inviati. "Basta vedere se uno è incline a venire a Me." Basta vedere. E non appena i Suoi inviati -che viaggiano dappertutto- dicono: "Qui c'è una persona che sta cantando 'Nārāyaṇa.' Andiamo. Prendiamolo." Appena vede: "Qui c'è una persona, che sta cantando 'Nārāyaṇa.' Sì." Bhartur nāma mahārāja niśaṁya. "Oh, è meraviglioso. Sta cantando 'Nārāyaṇa'. " Immediatamente. Lì c'erano gli yamadūta . "Chi siete voi che disturbate? Smettetela!"

Quindi cogliete questa occasione del canto, harer nāma harer nāma harer nāma eva kevalam (CC Adi 17.21), e siete sempre al sicuro. Gli yamadūta, gli inviati di Yamarāja, non saranno in grado di toccarvi da quanto è così efficace. Quindi, cogliete l'occasione, cantare Hare Kṛṣṇa. Sono molto contento che lo stiate facendo, ma siate molto rigorosi; cantate sinceramente e la vostra vita è salva, la vostra prossima vita è salva, e tutto va per il meglio.

Grazie molte.