IT/Prabhupada 1046 - Decidere se Ottenere un Corpo che Sarà in Grado di Ballare, Parlare e Giocare con Krishna

From Vanipedia
Jump to: navigation, search

Decidere se Ottenere un Corpo che Sarà in Grado di Ballare, Parlare e Giocare con Krishna
- Prabhupāda 1046


750712 - Lecture SB 06.01.26-27 - Philadelphia

Nitāi: "Mentre Ajāmila trascorreva la vita affezionandosi al proprio figlio, arrivò il momento della morte. In quel momento cominciò a pensare a suo figlio, senza altri pensieri."

Prabhupāda:

sa evaṁ vartamāno 'jño
mṛtyu-kāla upasthite
matiṁ cakāra tanaye
bāle nārāyaṇāhvaye
(SB 6.1.27)

vartamāna. Ognuno si trova in determinate condizioni. Questa è la vita materiale. Io mi trovo sotto una certa coscienza, voi vi trovate in certe coscienze, tutti. Secondo le influenze della natura abbiamo diverse concezioni di esistenza e diverse coscienze. Questa si chiama vita materiale. Tutti noi che siamo seduti qui, ognuno di noi, ha una coscienza diversa. In generale, è per il piacere dei sensi. Vita materiale significa che ognuno ha in programma: "Vivrò in questo modo. Io acquisirò denaro in questo modo. Io godrò in questo modo." Ognuno ha un programma.

Così, anche Ajāmila aveva un programma. Qual era il suo programma? Il suo programma è che era molto legato al suo figlio più piccolo, e tutta l'attenzione era lì, a come il bambino si muoveva, come il bambino stava mangiando, come il bambino stava parlando; e qualche volta lo chiamava, gli dava da mangiare, così tutta la sua mente era assorbita nelle attività del bambino. Nel verso precedente ne abbiamo già discusso:

bhuñjānaḥ prapiban khādan
bālakaṁ sneha-yantritaḥ
bhojayan pāyayan mūḍho
na vedāgatam antakam
(SB 6.1.26)

Non solo Ajāmila, tutti sono assorti in un certo tipo di coscienza. E qual è la causa? Come si sviluppa la coscienza? Viene detto, sneha-yantritaḥ. Sneha significa affetto. "Affezionarsi alla macchina si chiama amore." Tutti sono affezionati da questa macchina. Questa macchina. Questo corpo è una macchina. Ed è stata costruita dalla natura. E la direzione è venuta dal Signore Supremo. Volevamo godere di un certo modo, e Krishna ci ha dato un certo tipo di corpo, yantra. Proprio come avete diverse marche di automobile. Qualcuno: "Voglio una Buick". Qualcuno dice: "Voglio una Chevrolet"; alcuni: "Una Ford." Sono pronte. Allo stesso modo, anche il nostro corpo è così. Qualcuno è Ford, qualcuno è Chevrolet, qualcuno è Buick, e Krishna ci ha dato la possibilità. "Volevi questo tipo di auto, o di corpo. Siedi e godine." Questa è la nostra condizione materiale.

Īśvaraḥ sarva-bhūtānāṁ hṛd-deśe arjuna tiṣṭhati (BG 18.61). Noi dimentichiamo. Dopo aver cambiato il corpo, ci dimentichiamo ciò che si desiderava e perché abbiamo ottenuto questo tipo di corpo. Ma Krishna Si trova dentro il vostro cuore, ed Egli non dimentica. E' Lui che ve lo dà. Ye yathā māṁ prapadyante (BG 4.11). Volevi questo tipo di corpo: ce l'hai. Krishna è così gentile. Se qualcuno voleva un corpo in modo da poter mangiare di tutto, Krishna gli dà il corpo di un maiale, in modo che possa mangiare anche escrementi. E se qualcuno vuole un corpo tipo "Ballerò con Krishna", allora ottiene quel corpo. Ora, spetta a voi decidere se avete intenzione di ottenere un corpo che sarà in grado di danzare con Krishna, parlare con Krishna, giocare con Krishna. Lo potete ottenere. E se volete un corpo per mangiare escrementi, urina, lo otterrete.